Michele Pirro sulla Ducati al Gran Premio d'Italia di MotoGP 2019 al Mugello (Foto Bonora Agency per TuttoMotoriWeb.com)
Michele Pirro sulla Ducati al Gran Premio d’Italia di MotoGP 2019 al Mugello (Foto Bonora Agency per TuttoMotoriWeb.com)

MotoGP | Ducati schiera una sorprendente novità aerodinamica al Mugello

Aveva preannunciato sorprese dal punto di vista delle soluzioni tecniche e una sorpresa, in effetti, è arrivata. La novità introdotta dalla Ducati nel fine settimana del Gran Premio d’Italia di MotoGP 2019 al Mugello riguarda forse uno degli aspetti meno prevedibili: le ruote, anzi, per la precisione quella posteriore. Ma l’aggiornamento apportato alla Desmosedici GP19 in occasione del weekend della gara di casa si inserisce comunque nel filone di ricerca tecnologica che più di tutti ha visto la Rossa di Borgo Panigale all’avanguardia in questi anni: l’aerodinamica.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Il collaudatore e wild card Michele Pirro nelle prove libere di ieri, e il pilota ufficiale Danilo Petrucci oggi, sono infatti scesi in pista sul circuito toscano con un’inedita e parziale copertura sulla ruota dietro. Si tratta di fatto di una mezzaluna di carbonio piazzata proprio sopra al cerchio posteriore, nella parte bassa, simile a quella già applicata sul cerchio davanti, che però copre una porzione più ridotta. L’obiettivo è sempre quello di far confluire il flusso dell’aria in modo da garantire il massimo carico possibile alla moto.

Questa soluzione, che tante occhiate curiose ha attirato dagli addetti ai lavori del paddock, è completamente nuova, anche se esperimenti in tal senso erano già stati provati in passato: nel 2016, a Misano, sempre Pirro si era addirittura avventurato in pista con un cerchio completamente lenticolare. Purtroppo per la Ducati, questo ennesimo colpo di genio creativo non è bastato a mascherare l’inferiorità della Desmosedici GP19 sulla pista di casa del Mugello: infatti la pole position si è rivelata fuori portata e la Casa bolognese si è dovuta accontentare della terza piazzola sulla griglia di partenza con Danilo Petrucci.