Dovizioso indietro: “Domani dovrò rimontare”. Petrucci ancora in prima fila

Danilo Petrucci sulla Ducati nelle qualifiche del Gran Premio d'Italia di MotoGP 2019 al Mugello (Foto Bonora Agency per TuttoMotoriWeb.com)
Danilo Petrucci sulla Ducati nelle qualifiche del Gran Premio d’Italia di MotoGP 2019 al Mugello (Foto Bonora Agency per TuttoMotoriWeb.com)

MotoGP | Dovizioso indietro: “Domani dovrò rimontare”. Petrucci ancora in prima fila

È Danilo Petrucci il migliore dei piloti della Ducati nel sabato del Mugello. Se già nella terza sessione di prove libere della mattinata il centauro di Terni aveva fatto segnare il miglior tempo in assoluto (nonché il record provvisorio della pista), nelle qualifiche del pomeriggio ha abbassato ulteriormente il suo riscontro cronometrico di altri due decimi, siglando un 1:45.881 che gli è valso la terza piazzola sulla griglia di partenza.

Fermatosi ad appena tre decimi dalla pole position, dunque, Petrux nel Gran Premio d’Italia prenderà il via dalla prima fila dello schieramento: è la seconda volta consecutiva, dopo Le Mans, che centra questo prestigioso risultato nelle prove ufficiali, segno che anche sul giro secco il suo processo di crescita è visibile. “Sono molto felice per questa prima fila, perché dopo aver siglato il record provvisorio al mattino era davvero importante concretizzare il nostro potenziale anche in qualifica”, ha spiegato Danilo Petrucci. “Prima di entrare in pista per la seconda fase delle qualifiche, il mio obiettivo era di fare un crono di 1:45.8 per centrare la prima fila, cosa che effettivamente è successa e mi dà grande soddisfazione, anche se qualcuno è riuscito a fare leggermente meglio. Mi aspetto una gara dura domani, perché fisicamente non sono ancora al 100% a causa di un brutto raffreddore. Dopo alcuni giri sento la fatica, ma il nostro passo sembra buono ed il supporto dei tanti tifosi mi darà sicuramente delle energie in più. Sarà fondamentale partire bene e poi proveremo a giocarci al meglio le nostre carte”.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Sabato in salita per la Ducati di Andrea Dovizioso

Non è stata invece una giornata altrettanto lineare per Andrea Dovizioso, che ha iniziato fin dalla mattina con qualche difficoltà. Poi le sue sensazioni in sella alla Ducati sono gradualmente migliorate e, nonostante abbia dovuto affrontare la tagliola della fase eliminatoria delle qualifiche, è riuscito brillantemente a superarla con la prima posizione. Meno positivo è stato il risultato finale della corsa alla pole position, che lo ha visto fermarsi alla nona piazza: “A livello di passo gara siamo competitivi, ma purtroppo oggi abbiamo faticato sul giro singolo, cosa che ha un po’ complicato i nostri piani ma ci ha anche aiutato a capire come migliorare l’assetto della Desmosedici GP nel corso delle quarte prove libere, come dimostra anche il buon tempo ottenuto in Q1”, ha raccontato Desmodovi. “Purtroppo nella sessione decisiva non sono riuscito a spingere al massimo perché c’era tanto traffico in pista e non è stato facile mettere insieme un giro pulito. La seconda fila era alla nostra portata: domani dovremo recuperare subito posizioni e tenere un buon ritmo fin dall’inizio. Viste le condizioni, sarà innanzitutto fondamentale scegliere la gomma giusta per la gara, dopodiché potremo dire la nostra”.

La Rossa di Borgo Panigale può comunque ritenersi soddisfatta del risultato complessivo di squadra, poiché tutti e tre i suoi alfieri si sono inseriti nella fase finale delle qualifiche. Anche il collaudatore e wild card Michele Pirro, con la terza Desmosedici GP19, è riuscito infatti ad entrare nei primi dodici e scatterà domani in gara dalla quarta fila della griglia di partenza.