Smiling depression, la malattia del sorriso: un subdolo disturbo

Medici
(Getty Images)

La smiling depression è una forma di depressione atipica. Ad esserne affette sono numerose persone che all’apparenza sembrano condurre esistenze normali e felici.

La smiling depression è una forma di depressione definibile atipica: in sostanza è una condizione per la quale una persona depressa maschera il suo malessere attraverso un sorriso più che convincente. Il sorriso, dunque, è lo schermo che la persona affetta da tale patologia pone tra sé e gli altri e che la conduce a mostrarsi in pubblico perfettamente a proprio agio. Numerose ricerche sono state condotte su questa malattia, la più nota è quella si Olivia Remes portata avanti in Gran Bretagna presso l’università di Cambridge. La ricercatrice ha reso noti i tratti tipici dei soggetti affetti da Smiling Depression.

Affetti da Smiling Depression: ecco come riconoscere i sintomi

Secondo Olivia Remes le persone affette da smiling depression tendono a mostrare un’immagine di sé del tutto difforme rispetto a quella che sarebbe in realtà. Cordiali e pacifici i soggetti affetti da tale disturbo celano dietro un sorriso un forte stato depressivo. Sono colti, soprattutto durante la sera da stati di angoscia e attacchi di panico che li conducono ad uno stato poi di letargia. Spesso rimuginano sul passato, ripensano ai propri errori in maniera poco costruttiva e focalizzano l’attenzione su tutte le loro esperienze negative. Inoltre i soggetti affetti da questa forma di depressione, definita dagli psicologi come “il male oscuro del sorriso”, non sopportano le critiche e le umiliazioni ed il suo aggravarsi può sfociare sino al tentativo di suicidio. Nel Regno Unito la smiling depression è una condizione che colpisce tra il 15% e il 40% delle persone affette da depressione. Secondo gli psicologi per poter contrastare tale condizione bisogna non esitare nel cercare aiuto non solo dai professionisti, ma anche da parte di amici e parenti ed evitare di chiudersi in sé stessi, condizione che potrebbe peggiorare le cose. Il confronto e le relazioni possono risultare fondamentali per la razionalizzazione delle problematiche e per cercare di allontanare l’angoscia. Infine anche lo svolgimento di attività piacevoli, anche fisiche come per esempio lo yoga, che tengano la mente impegnata nell’arco della giornata può risultare utili e stimolanti.

Leggi anche —> Ritirati due lotti di un noto prodotto: “Potrebbero contenere frammenti di plastica”