Condannato per eccesso di velocità: “Mi obbliga Michael Schumacher”

Michael Schumacher (Foto Ferrari)
Michael Schumacher (Foto Ferrari)

News | Condannato per eccesso di velocità: “Mi obbliga Michael Schumacher”

Una vicenda davvero incredibile, a tratti pericolosa ma anche dalle molte note grottesche, quella a cui si è trovata di fronte una pattuglia della polizia stradale francese nel settembre scorso. Un 47enne africano è stato fermato alla frontiera transalpina di Banyuls-sur-Mer per eccesso di velocità. Ma l’aspetto più strano non sta nel comportamento sconsiderato dell’uomo al volante, bensì nelle parole che ha pronunciato giovedì scorso davanti al tribunale di Perpignano, in Occitania, per discolparsi durante il processo in cui era accusato.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

L’imputato ha infatti dichiarato di essere uno sciamano e, quel che è peggio, di essere letteralmente posseduto dallo spirito di Michael Schumacher: “Il problema è che a volte sono posseduto da diverse personalità, come Schumacher che mi obbliga a guidare e a correre come un pazzo. Non è colpa mia: sapevo che c’erano i doganieri, ma era più forte di me. Io non sono in grado di fare ciò che voglio, sono gli spiriti che decidono”. La sua (molto presunta) giustificazione, riportata dalle colonne del quotidiano francese L’Indépendant, prosegue con contenuti sempre più folli: “Sono un santone molto conosciuto in Svizzera e riesco a condizionare gli avvenimenti. Per esempio sono stato io a far vincere alla Francia i Mondiali di calcio, e gli spiriti mi hanno rivelato che Marine Le Pen avrebbe vinto le elezioni europee e sarebbe diventata la prossima presidente della Repubblica francese”. Con queste parole allucinate il sedicente sciamano ha invocato la clemenza della corte.

Ma il giudice non poteva certo lasciarsi convincere da affermazioni così clamorose, e infatti al termine dell’udienza ha pronunciato la sua condanna ad otto mesi, sospesi con la condizionale. L’africano, per giunta, era stato trovato con una grossa quantità di cannabis con sé, che sosteneva fosse stata acquistata “per uso personale” in Spagna, per la precisione a La Jonquera, da un certo Jesus, visto che da solo consuma “40-50 canne al giorno”. Se è la verità, forse a questo punto comprendiamo un po’ più facilmente da dove siano venute fuori certe parole…

Fabrizio Corgnati