Noemi, la bimba ferita nell’agguato a Napoli: buone notizie dall’ospedale

Noemi
L’ospedale Santobono di Napoli (foto dal web)

La piccola Noemi, la bambina di 4 anni ferita nell’agguato a Napoli dello scorso 3 maggio, ha lasciato il reparto di rianimazione dell’ospedale Santobono per raggiungere un’area attigua dove inizierà un percorso di riabilitativa post intensiva.

Arrivano altre buone notizie dall’ospedale Santobono di Napoli, dove dallo scorso 3 maggio è ricoverata la piccola Noemi, la bambina ferita alla schiena da un proiettile nel corso di un agguato in pieno pomeriggio in piazza Nazionale. Le condizioni della piccola di 4 anni stanno migliorando e dopo essere riuscita a riprendere la respirazione autonoma, adesso potrà lasciare il reparto di Rianimazione del nosocomio del capoluogo campano. Noemi, però, non potrà ancora tornare a casa con i genitori e dovrà spostarsi in una degenza attigua idonea alla riabilitazione.

Leggi anche —> La piccola Noemi e il biglietto straziante fuori dall’ospedale

La piccola Noemi lascia il reparto di rianimazione dell’ospedale Santobono

La piccola Noemi ha lasciato il reparto di rianimazione dopo oltre 25 giorni dal suo ricovero in ospedale. La bambina di 4 anni era stata ferita alla schiena da un proiettile esploso lo scorso 3 maggio in piazza Nazionale a Napoli durante un agguato, il cui vero obiettivo era Salvatore Nurcaro. Noemi era sul luogo della sparatoria insieme alla nonna, Immacolata Molino, anch’essa ferita da un proiettile al gluteo. Le condizioni di Noemi, a cui il proiettile aveva preformato entrambi i polmoni, sono apparse sin da subito critiche, ma fortunatamente i tentativi dei medici dell’ospedale Santobono, dove è stata ricoverata, di salvarle la vita non sono stati vani. Giorno dopo giorno, dopo aver lottato tra la vita e la morte, le sue condizioni sono migliorate uscendo dal coma farmacologico indotto e tornando a mangiare e respirare autonomamente senza l’ausilio dell’ossigeno. Secondo quanto riportato dalla redazione de Il Mattino, ieri, martedì 28 maggio, Noemi ha lasciato il reparto di rianimazione della struttura ospedaliera per raggiungere una degenza attigua dove effettuerà la riabilitativa post intensiva. In quest’area potranno essere ospitati anche i genitori della piccola, i quali potranno aiutare la figlia a recuperare sul piano psicologico il forte trauma subito.

Leggi anche —> Agguato a Napoli: il video choc della sparatoria – VIDEO