MotoGP, Alex Rins al Mugello per dimenticare Le Mans

Alex Rins
Getty Images

MotoGP, Alex Rins al Mugello per dimenticare Le Mans

Sul Circuito del Mugello il team Suzuki Ecstar vuole archiviare il 10° posto di Alex Rins a Le Mans e riprendere la scia vincente che ha portato alla vittoria in Texas e al podio di Jerez. C’è la consapevolezza che l’attuale pacchetto della GSX-RR può dare la possibilità di combattere costantemente al vertice.

Il Mugello è uno dei circuiti più impegnativi, ma Alex Rins già nel 2018 era andato vicino al podio. Lo stop momentaneo di Le Mans non ha influito sul suo spirito combattivo nè sulla sua positività. “L’ultima gara di Le Mans non è stata una delle nostre migliori, ma nel complesso stiamo mettendo insieme un campionato positivo finora, quindi ci dirigiamo verso il Mugello sentendoci fiduciosi e consapevoli del nostro potenziale. Dobbiamo riprenderci da Le Mans e mantenere la testa alta – ha detto Davide Brivio -. Credo che sarà una gara importante perché, nonostante sia all’inizio del campionato, sarà comunque un indicatore della forma generale. Sebbene il tracciato sia molto impegnativo dal punto di vista tecnico, l’anno scorso abbiamo fatto una buona gara con entrambi i piloti vicino al podio, e quest’anno Alex ha già dimostrato di essere in grado di rimanere al vertice su diverse piste”

Alex Rins intende passare dalla gara difensiva di Le Mans ad un approccio più offensivo nel GP d’Italia, per blindare il terzo posto in classifica dagli attacchi di Valentino Rossi a -3 punti. “Il circuito del Mugello è uno dei circuiti più impegnativi ma anche più entusiasmanti di tutto il campionato. A Le Mans abbiamo corso una gara difensiva, e siamo riusciti a ottenere alcuni punti importanti che mi tengono in classifica, ma di sicuro dobbiamo imparare dai nostri piccoli errori e diventare più coerenti ed efficienti. Il Mugello sarà una prova importante per questo, dobbiamo partire molto bene dalle qualifiche in poi e cercare di ottenere tutti i vantaggi che possiamo con il nostro pacchetto tecnico, che è una buona base e di cui ho piena fiducia”.