La dirigenza Ferrari si scusa con Leclerc: “Non succederà più”

Ferrari (©Getty Images)

F1 | La dirigenza Ferrari si scusa con Leclerc: “Non succederà più”

Pur avendo conquistato il secondo gradino del podio con Sebastian Vettel, il weekend di Montecarlo è stato tutt’altro che felice per la Ferrari. La brutta figura rimediata dal muretto rosso sabato pomeriggio quando ha fatto perdere a Leclerc la chance di segnare un crono valido per passare al Q2, è stata l’ennesima in un 2019 che non solo si è rivelato finora al di sotto delle attese, ma che ha altresì messo in evidenza diverse falle nel gruppo decisionale in seno alla scuderia.

Consapevole del disagio imperante l’amministratore delegato del Cavallino Loius Camilleri, si è sentito in dovere di porgere le sue scuse in maniera pubblica al monegasco che, con questo errore, in gara, è stato costretto a dare vita ad una rimonta, finita poi amaramente contro le barriere della Rascasse.

Siamo rimasti molto dispiaciuti. E’ stato uno sbaglio della squadra e ora l’abbiamo capito“, ha confidato il manager maltese a La Gazzetta dello Sport. “Per questo ho chiesto venia a Charles, ma lui sa che cose del genere possono succedere. L’essenziale è che non vi siano repliche“.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Ferrari in azione in Francia per la Pirelli

In attesa del GP del Canada del prossimo fine settimana la SF90 è tornata in pista tra martedì e mercoledì sul circuito di Le Castellet per effettuare un test per il fornitore unico della F1 per quanto riguarda gli pneumatici.

Il tracciato sede del round francese del calendario, è stato bagnato artificialmente per dare modo al duo di Maranello di verificare il funzionamento delle gomme wet e intermedie del 2020.

Sebastian Vettel ha compiuto 64 giri, mentre Charles Leclerc 46. In parallelo ha lavorato anche la Red Bull, in azione con Pierre Gasly, che, al volante della sua RB15 ha coperto 108 giri contro 90 di Max Verstappen, presente soltanto nel giorno conclusivo.

La prossima occasione per provare le scarpe dell’anno venturo sarà appena dopo il GP dell’Austria in programma il 30 giugno.

Chiara Rainis