Andrea Iannone verso il Mugello con l’incognita dell’infortunio

Andrea Iannone (Foto Aprilia)
Andrea Iannone (Foto Aprilia)

MotoGP | Andrea Iannone verso il Mugello con l’incognita dell’infortunio

Sperava certamente di presentarsi in condizioni migliori al via del suo Gran Premio di casa, Andrea Iannone. Il pilota di Vasto è psicologicamente carico in vista della gara del Mugello, che sia lui che la sua squadra, la Aprilia, correranno a domicilio. Ma il suo stato di forma non è altrettanto perfetto: si fanno ancora sentire gli acciacchi che lo hanno costretto al ritiro nel corso dell’ultimo appuntamento in Francia, a Le Mans, per via del dolore alla caviglia infortunata, che già gli era costata la partecipazione alla precedente corsa di Jerez de la Frontera. Il Maniaco ha lavorato molto sul suo fisico nel corso delle ultime settimane proprio per cercare di ripresentarsi in pista guarito e allenato, ma su questo punto aleggia comunque un grosso interrogativo, destinato a sciogliersi solamente quando prenderà per la prima volta la via del circuito, con le prove libere del venerdì.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Di una svolta positiva della sua stagione, del resto, Iannone ha un grande bisogno, dopo un avvio di campionato che gli ha fatto raccogliere solamente sei punti, contro i 22 del suo compagno di squadra Aleix Espargaro. La spinta del suo pubblico e il fattore campo potrebbero rappresentare quell’arma in più che gli permetterà di superare le difficoltà incontrate finora, nell’adattamento alla RS-GP, e iniziare così il suo processo di miglioramento: “Il Mugello è una pista che mi ha sempre regalato grandi emozioni”, racconta Andrea in vista del fine settimana toscano, “sia perché è la prima tappa italiana della MotoGP sia per i bei risultati che ho ottenuto su questo asfalto. L’obiettivo quindi è affrontarla al meglio, conosciamo i nostri limiti ma abbiamo anche una gran voglia di crescere e ottenere risultati importanti”.

Aprilia porta al Mugello delle novità tecniche

Dall’altra parte del box c’è invece un Aleix Espargaro reduce da una bella prestazione, sia in qualifica che in gara (dove si è inserito in zona punti) nell’ultima tappa di Le Mans, e capace di infilarsi addirittura tra i primi dieci in diverse gare in questo inizio della stagione di MotoGP 2019. Dall’alto della sua maggior conoscenza del mezzo, il pilota spagnolo potrà giovarsi anche delle ultime evoluzioni tecniche sulla Aprilia sperimentate dalla squadra test del collaudatore Bradley Smith proprio sul circuito del Mugello negli ultimi giorni di prove. “Questa per Aprilia è una gara importante, si corre in Italia in un circuito splendido”, commenta Espargaro. “Mi aspetto grande supporto da parte dei tifosi, abbiamo bisogno anche del loro contributo perché il livello di questa stagione è incredibilmente alto. Tutti migliorano velocemente e anche Aprilia sta lavorando tanto, in ottica gara dobbiamo concentrarci per migliorare rispetto a Le Mans dove un problema di grip mi ha rallentato in gara”.