Tragedia in un asilo: muore bambino di 10 mesi – VIDEO

Un bambino di 10 mesi stamane è morto in un asilo di Roma dopo essere stato colto da un malore durante il riposino prima del pranzo. Inutili i tentativi di soccorso dei sanitari del 118 arrivati sul posto.

Stamane, martedì 28 maggio, una tragedia si è consumata in un asilo di Roma. Un bambino di 10 mesi è morto nell’asilo nido Pastrocchi e scarabocchi in via della Marrana all’Appio. Secondo quanto ricostruito sino ad ora, il piccolo stava facendo il riposino ed una delle maestre accorgendosi che il bambino non respirava più ha avvertito i soccorsi. Purtroppo all’arrivo del personale medico del 118 intervenuto sul posto per il piccolo non c’è stato più nulla da fare.

Tragedia in un asilo di Roma: morto un bambino di 10 mesi

Un bambino di 10 mesi è morto stamattina a Roma mentre si trovava presso l’asilo nido Pastrocchi e scarabocchi in via della Marrana in zona Appio. Il piccolo, secondo una prima ricostruzione riportata dalla redazione de Il Messaggero, stava facendo il riposino prima del pranzo ed una maestra avvicinatasi si è accorta del colore delle labbra, divenute viola, e che il bambino non respirava bene. Le maestre della struttura hanno soccorso il piccolo ed accorgendosi della situazione hanno chiamato i soccorsi. Sul posto sono arrivati in pochi minuti i sanitari del 118 con un’auto medica che non hanno potuto fare nulla per il piccolo nonostante i tentativi di rianimazione. La madre del bambino, accorsa presso la struttura insieme al marito ed alcuni amici, ha riferito che il figlio non era affetto da nessuna patologia. A stabilire le cause del decesso adesso potrebbe essere l’autopsia che dovrebbe essere effettuata all’istituto di Medicina Legale dell’Università La Sapienza di Roma. Presso la struttura sono giunti anche i carabinieri della compagnia Piazza Dante che stanno interrogando le maestre dell’asilo per cercare di ricostruire con esattezza quanto accaduto. Secondo la redazione de Il Messaggero, sembra che l’ipotesi più accreditata sia che il bambino possa essere morto per cause naturali e gli inquirenti prima di aprire un fascicolo d’indagine attenderanno i risultati dell’esame autoptico.

Leggi anche —> “Terapie innovative”: così un uomo ha abusato di tre donne