Raikkonen in difficoltà a Monaco, ma via radio è show

Kimi Raikkonen (©Getty Images)

F1 | Raikkonen in difficoltà a Monaco, ma via radio è show

Ciò che non riesce a combinare in pista, lo fa con il suo atteggiamento. In una F1 davvero scarna di personaggi carismatici Kimi Raikkonen si conferma il più anticonformista e particolare. Nel pieno rispetto di una tradizione che lo vuole eroe dei messaggi via radio, Iceman non si è smentito neppure a Montecarlo.

Il primo episodio è avvenuto in apertura di prove libere quando si è trovato bloccato da una Racing Point. “C’è davanti quella Force India o come diavolo si chiama!“, ha urlato.

Successivamente, durante l’FP2,  il campione del mondo 2007 se l’è presa con un fotografo apparso nel mezzo della pit lane proprio mentre lui stava rientrando.

Un tipo sta cercando di fare foto in centro strada. Forse bisognerebbe suggerire alla FIA di fargli una tirata d’orecchi“, il suo disappunto espresso con colore prima di prendere la via del box.

  At the end on FP2, a photographer was trying to be run over in the pitlane.. 🙄#Kimi7 “Some bloke try to take a photo in the middle of the road. Maybe we can tell FIA to give them a bit shit.” 😆 pic.twitter.com/7oTl3WytgZ

— Verena (@miezicat1) 24 maggio 2019

Quindi, l’ultimo sfogo è arrivato in corsa, quando in almeno due occasioni si è toccato con la Racing Point di Lance Stroll, perdendo pezzi dalla sua Alfa Romeo C38, ma altresì tempo prezioso e posizioni, tanto da tagliare il traguardo tra gli yatch soltanto al diciassettesimo posto.

“Di nuovo! Mi è f********e venuto addosso!”, si è lamentato il 39enne.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

L’appello a cancellare le celebrazioni per i suoi 300 GP – Sempre in linea con il suo carattere il driver di Espoo non ha colto di buon grado tutto il clamore suscitato da questo suo traguardo di longevità nel Circus e ha addirittura sollecitato la scuderia di Hinwil a tagliare corto.

Ho detto al team che per me si trattava di un mero numero e ho cercato di convincerli ad evitare tutti quegli eventi, ma senza molto successo“, ha rivelato infine il finlandese.

Chiara Rainis