I due piloti della Ferrari nella F1 2019, Sebastian Vettel e Charles Leclerc (Foto Ferrari)
I due piloti della Ferrari nella F1 2019, Sebastian Vettel e Charles Leclerc (Foto Ferrari)

F1 | Ferrari, piloti a rischio: sia Vettel che Leclerc potrebbero lasciare Maranello

Non c’è solo il mercato degli ingegneri, sul quale la Ferrari di questi tempi è particolarmente attiva, per cercare di gettare le solide basi di un futuro riscatto tecnico. A Maranello, infatti, rischia di scattare anche il valzer dei piloti: sia Sebastian Vettel che Charles Leclerc, seppure per motivi molto diversi tra di loro, si sono ritrovati in questi giorni al centro di voci incontrollate che li vorrebbero in uscita dalla Scuderia.

La consapevolezza di guidare una vettura lenta, deludente, non all’altezza delle aspettative di vittoria della Rossa, infatti, sta mettendo i due ferraristi sotto una notevole pressione, sta suscitando in loro un profondo stato d’animo di frustrazione e spesso li sta anche inducendo a strafare. Nel caso di Sebastian Vettel, questa situazione è fin troppo evidente. Anche nell’ultimo Gran Premio di Montecarlo, il campione tedesco ha confermato il suo vizio di andare oltre il limite: sbattendo contro le barriere al sabato mattina e toccando i guard rail per altre due volte in qualifica. Il suo merito è stato quello di non arrendersi, tanto da arrivare ad artigliare al traguardo un secondo posto davvero insperato, ma il suo sentimento di disillusione è palpabile.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Ferrari, dalla delusione di Sebastian Vettel…

Vettel approdò in Ferrari con la convinzione di poterla riportare a lottare per il campionato del mondo, e con la speranza di aumentare il suo bottino di quattro titoli iridati. Dopo cinque stagioni in rosso, non solo il suo obiettivo non si è concretizzato, ma oggi appare addirittura più lontano che mai. È su queste basi che, nel paddock di Monaco, è iniziata a circolare un’indiscrezione che ha del clamoroso: Sebastian Vettel starebbe valutando l’idea di ritirarsi dalla Formula 1 alla fine di questa stagione, ad appena 31 anni. A mettere nero su bianco questo rumour è stato nientemeno che l’esperto e autorevole giornalista inglese Joe Saward, secondo cui Seb non sarebbe più in grado di reggere le tensioni per i continui errori e la rivalità interna con il giovane ed emergente compagno di squadra. Nel caso in cui Vettel lasciasse effettivamente la Ferrari al termine del campionato, con un anno di anticipo sulla scadenza naturale del suo attuale contratto, Saward si spinge addirittura a fare i nomi dei suoi possibili sostituti: Sergio Perez, Kevin Magnussen, Romain Grosjean e Valtteri Bottas.

…all’eccesso di zelo di Charles Leclerc

Per quanto riguarda Charles Leclerc, invece, l’eventuale decisione di abbandonare Maranello non dipenderebbe dai risultati, bensì dai suoi rapporti con i piani alti del team. Gli ordini di scuderia che lo avevano penalizzato nei primi Gran Premi avevano rappresentato un iniziale motivo di scontento da parte del baby fenomeno monegasco, ma l’imperdonabile errore del muretto, che lo ha fatto incolpevolmente eliminare nella prima fase delle qualifiche, lo ha letteralmente mandato su tutte le furie. I boss della Ferrari, dal canto loro, non hanno gradito la sua condotta in gara: il team principal Mattia Binotto ha dichiarato esplicitamente ai microfoni dei giornalisti che il ragazzino ha esagerato, nel suo tentativo di rimonta, tanto da innescare l’incidente con Kevin Magnussen che lo ha portato al ritiro.

Insomma, le relazioni tra i management della Ferrari e di Leclerc sarebbero ormai al minimo storico, e anche su di lui le voci di rottura si rincorrono. A suo favore c’è comunque il sostegno incondizionato dei tifosi ferraristi, che ormai preferiscono di gran lunga l’entusiasmo del giovane Charles e manifestano indifferenza verso il vecchio Sebastian, e la consapevolezza del suo procuratore Nicolas Todt che un sedile in rosso porti con sé notevoli vantaggi a livello economico e d’immagine. Nonostante questo, a dar retta ai ben informati della Formula 1, la Ferrari rischia seriamente di dover cambiare entrambi i suoi piloti a fine stagione. Sarebbe la degna conclusione di un 2019 che si è già trasformato in un disastro sotto ogni fronte.

Fabrizio Corgnati