Marc e Alex Marquez nel paddock
Marc Marquez e Alex Marquez (Getty Images)

MotoGP | Marc Marquez: “Lorenzo? Può vincere, ma deve avere tutto dove vuole lui”

Marc Marquez da anni domina in MotoGP e attende con ansia l’arrivo nella stessa categoria anche del fratello Alex. Il piccolo di casa Marquez ha raccolto buoni risultati in Moto2, ma non è riuscito ancora a cogliere quel titolo che probabilmente gli aprirebbe le porte della classe regina del Motomondiale.

Il pilota della HRC ha ricevuto recentemente il premio Sport Culture Barcellona 2018 e come riportato da “Marca ha così affermato: “A Le Mans ho visto un Quartararo molto veloce e anche Petrucci, cose che ti mettono in allerta per il futuro. Mi sento bene fisicamente e mentalmente e tutto ciò aiuta anche in pista. Con l’esperienza si migliora sempre di più. Gli errori ci saranno sempre perché siamo essere umani, ma possiamo migliorare su tante cose”.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Marquez vuole un team competitivo per il fratello

Marc Marquez ha poi parlato anche della prossima gara al Mugello: “Tutti i GP sono importanti, di solito lì soffriamo, l’anno scorso sono caduto, ma potevamo lottare per la vittoria. Ora ho il motore per difendermi meglio. L’anno scorso ho combattuto con Dovizioso in molte gare e ho perso non sul corpo a corpo, ma perché c’erano alcuni circuiti in cui soffrivo”.

Lo spagnolo ha poi parlato anche del possibile arrivo del fratello in Pramac: “Nella vita non ci sono segreti, se vinci e fai dei podi le squadre sono interessate a te e in nessuno sport conta essere il fratello di, qui devi vincere in pista. A Le Mans ha fatto molto bene e logicamente sono interessati, ma lui deve continuare così e fare tante belle gare”.

Marc Marquez ha poi proseguito: “Quando un pilota è pronto, deve salire, è meglio fare le cose con calma in Moto2 che salire subito in MotoGP per poi tornare indietro a 24-25 anni perché dopo in MotoGP nessuno ti vuole più. Deve andare in un team tanto competitivo che gli possa permettere di essere in top-10. Sinora ho vinto tre gare e pare vada tutto bene, ma in realtà il gap con gli avversari è molto breve. Il rivale più pericolo sembra ancora una volta Dovizioso. Poi ci sono Quartararo e Petrucci e anche Rins, infine c’è Rossi che credo sarà lì per tutto il campionato”.

Chiusura poi sul compagno di team Lorenzo: “Jorge è in grado di andare molto veloce con la Honda, ma deve avere tutto dove vuole. Ha guidato benissimo in Ducati e Yamaha, per ora non ha trovato qui quello che si aspettava, ma potrebbe presto decollare, forse già dal Mugello che è un circuito molto buono per lui”.

Antonio Russo