I futuri design Hyundai, Genesis e Kia si differenzieranno sempre più gli uni dagli altri, e i loro modelli all’interno di ogni segmento diventeranno più individuali.

Questa è la strategia spinta dal responsabile del design di tutti e tre i marchi, Luc Donckerwolke, che ha detto che “il nostro compito principale è quello di differenziare la filosofia di design dei tre marchi, non da ultimo perché abbiamo una grossa quota [circa il 70%] in Corea. Dobbiamo differenziare ogni modello, altrimenti il paesaggio è troppo omogeneo“.

Donckerwolke ha dichiarato che ritiene che Kia e Hyunday debbano diventare più distintivi non solo nel paesaggio stradale coreano che dominano, ma anche in tutto il mondo, “per segmento e per regione. Non avremo un linguaggio progettuale globale perché altrimenti risulterebbe troppo rigido. L’alternativa è più lavoro, ma più flessibilità“.

(websource)

Questo non significa che i design dei marchi divergeranno completamente da un continente all’altro. “Ci saranno temi unificanti, con trattamenti diversi“, ha detto Donckerwolke, con un look che rivela il proprio carattere carismatico.

Il capo del design di Kia, Byungchul Juh, ha affermato che Kia sarà “giovane, impegnativa e fresca. Ci sarà una versione distinta della ‘faccia di tigre’ per ogni segmento, e manterremo la griglia tipica del marchio. In linea di principio rimarrà fedele, ma ci sarà un’interpretazione diversa per ogni segmento”.

Ha aggiunto: “Il prossimo Optima è il primo passo. Non è estremo, ma progressivo, con una forte identità di marca. Ci sarà una separazione ancora maggiore tra Kia e Hyundai. Kia è più innovativa, giovane, stimolante, iconica e cool. Ci saranno dettagli inaspettati e influenze dal design generale del prodotto, dalle automobili, dall’architettura e dall’arte“.