Vacanze sicure, tutti i paesi a rischio: ecco dove non prenotare

Vacanze sicure
Mappa mondo, paesi a rischio: vacanze sicure, dove non andare (foto dal web) 

Mappa mondo, tutti i paesi a rischio: vacanze sicure, ecco dove non andare assolutamente questa estate in ferie

E’ il momento per molti di noi di cominciare a pianificare le vacanze, se non è stato già fatto. Se state pensando a un viaggio all’estero, e in particolare verso mete lontane o esotiche, vi starete sicuramente chiedendo se il posto in cui avete pensato di recarvi può essere considerato sicuro. Può essere di aiuto il portale web della Farnesina (Ministero degli Esteri) “Viaggiare Sicuri”, che analizza le condizioni di rischio dei flussi turistici.

Tenete presente, per cominciare, che gli ultimi eventi hanno confermato per l’Egitto “un rischio generico di attentati, non prevedibili, su tutto il territorio”. Situazione tendenzialmente più tranquilla in Tunisia, dove, si spiega, “la precarietà dell’economia continua a provocare tensioni sociali, scioperi e manifestazioni, che peraltro raramente hanno luogo nei siti turistici”.

Maggiore attenzione serve invece in Turchia, per la quale il dettato è piuttosto eloquente. “Si raccomanda ai connazionali cautela negli spostamenti e di tenersi informati sui media internazionali e locali sugli sviluppi della situazione mantenendo contatti anche con la compagnia aerea o l’agente di viaggio – si legge – Si susseguono ormai da tempo attentati terroristici di diversa matrice in varie parti del Paese”.

Allerta massima o quasi per quanto concerne, dopo gli attentati di Pasqua, lo Sri Lanka: “Sono tuttora in corso nel Paese operazioni di polizia, che hanno consentito di individuare ulteriori ordigni e di sventare nuovi attentati, che non possono comunque essere esclusi. Si raccomanda di evitare le aree direttamente interessate dalle operazioni di polizia e i punti di aggregazione (come luoghi di culto ed aree prospicienti, hotel, centri commerciali, ecc) limitando gli spostamenti in generale, ed attenendosi in ogni circostanza alle indicazioni delle autorità locali”.

Rischio generico per quanto concerne la criminalità comune a Bali, in Indonesia e in Messico. Nel primo caso, però, gli attentati terroristici sono un rischio da non sottovalutare affatto.