MotoGP, Francesco Guidotti: la verità sul caso Alex Marquez

Francesco Guidotti
Getty Images

MotoGP, Francesco Guidotti: la verità sul caso Alex Marquez

C’è molto fermento nel paddock della MotoGP dopo il diffondersi di una trattativa tra il team Ducati Pramac Racing e Alex Marquez. L’incontro tra i vertici della scuderia e il manager del pilota Moto2 c’è stato, ma per il momento si tratta di semplici colloqui, incontri che nel corso della stagione si fanno senza troppe aspettative.

A diffondere la notizia l’emittente Sky Sport MotoGP nel corso del week-end a Le Mans, subito rimbalzata su tutti i siti web. Alex Marquez sembrerebbe in pole position per prendere il posto di Jack Miller, con l’australiano che dovrebbe quindi passare o nel team ufficiale (al posto di Danilo Petrucci) o su un’altra moto ufficiale. L’australiano non ha mai nascosto il desiderio di voler passare in un team factory dopo i buoni risultati collezionati dal 2018 ad oggi. Ma resta il problema delle poltrone libere che non sono tante.

Jack ha un contratto in scadenza nel 2019 e quindi ha il diritto di guardarsi intorno, così come la squadra coordinata dal team manager Francesco Guidotti. “La situazione si è ingrandita rispetto a quella che realmente è”, ha dichiarato Guidotti a Motogp.com. “Ci siamo incontrati con Alzamora per capire se c’era la possibilità di far venire qui Alex. È una procedura standard, quando il team manager di un pilota chiede di poter parlare con noi, lo facciamo. E comunque abbiamo altri incontri in programma”.

Jack Miller artefice del proprio destino

In questo momento Pramac ha la necessità di farsi “un quadro generale del mercato e di chi vuole passare dalla Moto2 alla MotoGP avendo le carte in regola per farlo. Ma non puntiamo su un pilota in particolare e vogliamo, se possibile, restare con la formazione attuale”, ha precisato il team manager. “Noi e Ducati non abbiamo in mano la situazione dei piloti, potrebbero essere loro a decidere e scegliere di andare via”.

La priorità del team satellite Ducati è mantenere l’attuale line-up formata da Bagnaia e Miller, ma tutto sta nelle mani di Jack, se deciderà di restare o voler cambiare aria. “È chiaro che Jack vuole quel posto, ma bisogna vedere se quel posto ci sarà. Può essere che Miller faccia ‘il sacrificio’ di restare con noi se Ducati non gli libera quella sella o, magari, che lui preferisca un team ufficiale abbandonando Ducati… Le variabili in gioco sono davvero tante. Per questo – ha concluso Francesco Guidotti – dobbiamo essere pronti e capire lo scenario generale”.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI