Farmaco ritirato mercato
Farmaco ritirato dal mercato, è un antibiotico molto comune – FOTO: archivio

C’è un farmaco ritirato dal mercato il cui utilizzo è molto comune anche qui da noi in Italia. Si tratta di un antibiotico, questo il motivo.

Arriva notizia di un farmaco ritirato dal mercato su diretta disposizione dell’Aifa. Si tratta dell’Agenzia Italiana del Farmaco, per il quale l’antibiotico Amoxicillina Acido Clavulanico della TEVA va subito tolto dal commercio. Questo medicinale viene solitamente utilizzato per curate diverse patologie, come ad esempio otite ed endocardite. A finire sotto accusa è un singolo lotto di questo farmaco ritirato. Ovvero il lotto n. HT6111 – AIC 037526011 con scadenza 02-2020. Tutti gli altri invece non presentano alcuna controindicazione. Il motivo secondo il quale l’AIFA è giunta a questa drastica conclusione è da ricercare nel fatto che sarebbero stati rinvenuti dei grumi di polvere non meglio identificata nei campioni di questo specifico lotto. Non è la prima volta che si verifica un caso del genere con un prodotto farmaceutico.

LEGGI ANCHE –> Urina, se noti uno strano odore quando la fai le cause sono queste

Farmaco ritirato, segnalata la presenza di polvere al suo interno

Lo ha fatto sapere la società Sandoz, importante gruppo farmaceutico tedesco inglobato dalla Novartis e che da anni rappresenta uno dei principali attori nella distribuzione di medicinali e di prodotti farmaceutici, anche in Italia. Le segnalazioni in merito alla contaminazione di questo lotto dell’antibiotico è giunta dall’Egitto. A scanso di qualsiasi eventuale sgradevole conseguenza si è quindi ritenuto, da parte delle autorità preposte, il dare luogo a procedere con tale provvedimento. Anche il Comando dei Carabinieri per la Tutela della Salute prenderà le precauzioni del caso portando avanti la procedura di verifica di ritiro.

LEGGI ANCHE –> Cibo per gatti, trovato il batterio della tubercolosi in una nota marca

LEGGI ANCHE –> “Vado in bagno” poi si butta nel Tevere: muore luminare della medicina italiana