Lutto nel mondo del calcio, malore per una giovane promessa

Una morte che ha sconvolto tutti quella di Marco Lentini, l’ex promessa dell’Inter che aveva solo 15 anni. La notizia della sua morte si sta diffondendo nelle ultime ore sui social e ha sconvolto tutti, dal momento che la sua storia aveva appassionato tutti i tifosi di calcio. Dopo la fine della sua carriera, che era stato costretto a chiudere perché aveva scoperto di avere una malattia, la tifoseria interista gli aveva dedicato uno striscione comparso a San Siro con scritto: “tanti auguri campione, la Nord è con te”. Anche Icardi era sceso in campo ad omaggiarlo con una fascia con su scritot “Maicol non mollare”.

Anticipazioni Un Posto al Sole —> LEGGI QUI

La notizia della sua morte ha sconvolto tutti: il ragazzino è stato colto da un malore nella sua abitazione di Zerbolò in provincia di Pavia. Aveva rappresentato un vero e proprio talento del pallone e la fine della sua carriera aveva creato grande dispiacere tra i tifosi. La sua morte, invece, ha lasciato proprio un vuoto incolmabile. Sui social sono comparsi i messaggi di addio, tra i più commossi quelli che giungono dalla tifoseria dell’Inter su Facebook: “La Curva Nord vicina alla famiglia di Maicol. Gli avevamo espresso la nostra vicinanza quando un male inspiegabile lo aveva allontanato quattordicenne dalle giovanili. Successivamente eravamo stati confortati dal fatto che sembrava essersi ripreso sebbene rimanendo lontano dalla squadra e per questo oggi è ancora più forte la nostra vicinanza ai familiari e il dolore per la perdita. Ciao Maicol“. Il Paese, per il lutto, ha deciso di sospendere la campagna elettorale in atto.