Nicolò Bulega in Moto2 a Le Mans (Foto Sky VR46)
Nicolò Bulega in Moto2 a Le Mans (Foto Sky VR46)

Moto2 | GP Francia, un’altra top 10 per Nicolò Bulega: “Ora ci divertiamo”

Un’altra gara con entrambi i piloti dello Sky Racing Team VR46 a punti quella che si è appena chiusa a Le Mans. Dopo una bella rimonta, Nicolò Bulega taglia il traguardo al decimo posto mentre Luca Marini è 13esimo.

Scattato dalla quinta fila dello schieramento dopo aver fatto fatica in qualifica, Nicolò è riuscito ad impostare il suo ritmo e ha scalato la classifica fino ad avere il sesto posto nel mirino. Purtroppo un piccolo errore alla curva 1 lo ha costretto ad alzare il ritmo, ma ha centrato per la seconda volta consecutiva la Top10. “Sono abbastanza contento della gara di oggi: sull’asciutto siamo sempre stati competitivi, mentre sul bagnato abbiamo affrontato qualche difficoltà in più e questo ha compromesso la qualifica”, commenta Nicolò Bulega. “Ogni GP prendo sempre più confidenza con la moto, il Team, la nuova categoria, la durata di gara e le gomme. Possiamo divertirci nel corso della stagione”.

Gara in salita, ma nel complesso buona per Luca, 19esimo al via e in difficoltà con la gestione della gomma posteriore nel corso delle prime tornate. Ha recuperato fino a conquistare 3 punti. “Mi verrebbe da dire un weekend da dimenticare invece è da analizzare a fondo per capire e riuscire a tornare competitivi”, spiega Luca Marini. “Con ogni condizione e set up ho sempre difficoltà a gestire la gomma posteriore che non lavora come dovrebbe. Abbiamo fatto tante modifiche, regolazioni sulla messa a punto e il setting ma non riusciamo a capire cosa succede alla moto. Anche in gara ho provato a seguire linee diverse, traiettorie, calibrare il gas ma non sono stato in grado di guidare come avrei voluto. Fortunatamente abbiamo altri due giorni di test a Barcellona da sfruttare al meglio per arrivare in forma al Mugello e riuscire a mostrare il nostro reale potenziale”.

Conclude il team manager Pablo Nieto: “Nicolò ha terminato il suo primo reale long run sull’intera durata di gara e, nel complesso, siamo contenti del risultato. È stato forte, veloce ed è in forma per il Mugello. Luca ha affrontato un weekend difficile e anche in gara non è riuscito a trovare le sensazioni che cercava alla guida. Ci aspettano due giorni di test a Barcellona e come Team dobbiamo dare il massimo per ricucire il gap”.