Andrea Iannone in MotoGP a Le Mans (Foto Aprilia)
Andrea Iannone in MotoGP a Le Mans (Foto Aprilia)

MotoGP | Aprilia, Andrea Iannone costretto a ritirarsi: “Il dolore è troppo forte”

Il dodicesimo posto finale di Le Mans permette ad Aleix Espargaró di accumulare punti importanti, nonostante la delusione per non essere entrato nei primi dieci. In gara il pilota dell’Aprilia Racing Team Gresini ha dovuto fare i conti con un grip insufficiente a tenere il passo dei primi su una pista come quella francese, caratterizzata da molti stop and go. Anche le basse temperature gli hanno impedito di essere incisivo specialmente nella seconda parte di gara e Aleix ha dovuto limitare i danni portando a casa, malgrado una penalità inflittagli per il taglio di chicane, quattro punti per il campionato.

“Portare a casa punti è sempre positivo ma non posso essere soddisfatto”, ammette Aleix Espargaro. “Non sono stato in grado di seguire i migliori, soprattutto per la mancanza di grip che è tanto più importante in un circuito con queste caratteristiche. La scelta delle gomme era obbligata, viste le basse temperature, infatti eravamo tutti nelle stesse condizioni. Ora dobbiamo lavorare per progredire, i nostri avversari sono cresciuti e diventa sempre più difficile entrare nei primi dieci”.

Andrea c’ha provato. Dichiarato “Fit to Race” giovedì, Iannone è sceso in pista dolorante ma speranzoso di mettersi alle spalle la caduta di Jerez e il dolore alla caviglia sinistra che lo aveva costretto a saltare la gara andalusa. Invece il dolore è andato via via peggiorando sessione dopo sessione e domenica è parso chiaro sin dal warm up che sarebbe stato difficile finire la gara. D’accordo con la squadra è stata presa la decisione di non rischiare di compromettere la tanto attesa gara del Mugello, Andrea ha preso il via – anche recuperando diverse posizioni – ma ha dovuto arrendersi nel corso del nono giro.

“Purtroppo oggi non è stato possibile finire la gara, il dolore alla caviglia era diventato troppo forte”, spiega Andrea Iannone. “La situazione è andata peggiorando di giorno in giorno e, anche pensando alla prossima gara al Mugello, abbiamo deciso di limitare i danni. Ora continuerò il recupero, cercando di riposare la caviglia variando il regime di allenamento per rimanere comunque in forma. Al Mugello nella mia carriera ho ottenuto risultati importanti, voglio arrivarci al 100% della condizione”.