MotoGP, Petrucci: “Ho raggiunto il mio obiettivo nelle qualifiche”

Danilo Petrucci MotoGP Le Mans
Danilo Petrucci (©Getty Images)

MotoGP, Le Mans 2019: Petrucci commenta le Qualifiche.

Ottimo risultato per Danilo Petrucci nelle Qualifiche MotoGP di Le Mans. Il pilota umbro è riuscito a conquistare il secondo posto, a 360 millesimi dal poleman Marc Marquez, e dunque scatterà dalla prima fila domani in gara.

Partire davanti è sempre importante e lui è riuscito a conquistare una posizione ideale. La pista francese sembra essere adatta a Petrux e alla Ducati. Inoltre, oggi c’erano condizioni di bagnato e solitamente il rider originario di Terni si esalta. Anche domani potrebbe esserci pioggia e potremmo vederlo protagonista in gara.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di MotoGP, Superbike e F1 CLICCA QUI

MotoGP Le Mans: commenti post-Qualifiche di Petrucci

Petrucci dopo le Qualifiche si è concesso ai microfoni di Sky Sport MotoGP e ha così commentato la sua performance odierna: «Oggi era veramente difficile, non sapevamo se usare gomme da asciutto o da bagnato inizialmente. Siamo usciti con le rain e infatti la pioggia è spuntata poi, i tempi migliori sono usciti all’inizio. Il mio team è stato bravo a fare questa strategia, sono uscito per primo e sono riuscito a cogliere il momento giusto. Sono contento, era il mio obiettivo fare una buona qualifica. Finora non c’ero mai riuscito nel 2019».

Ovviamente Danilo spera di poter fare una gara da protagonista. Partendo davanti non ha la preoccupazione di dover fare rimonte, ma deve stare attento allo start a non perdere posizioni. Ha il passo per fare bene, però non è l’unico: «Marquez proverà a fare il suo passo, è molto veloce. Poi ci sono pure Vinales, Dovizioso e Rossi veloci. Per me è importante partire davanti e non perdere posizioni. L’anno scorso ho provato a seguire Marc ed è stata una buona tattica, ho chiuso secondo poi. Ieri ho avuto un problema e stiamo cercando di capirlo, è stata una caduta strana».

Infine a Petrucci viene domandato cosa gli sia mancato rispetto a Marquez e cosa invece ha avuto in più rispetto ai colleghi di marca Miller e Petrucci: «La Ducati è una buona moto sul bagnato, comunque tutti e tre siamo forti in questa condizione. Marc forse ha osato un po’ di più, le condizioni erano difficili e non sapevamo quanto poter spingere. Sono stato bravo a fare un po’ meglio degli altri».

Matteo Bellan