McLaren nel mirino del Presidente del Brasile: “Gli toglierò sponsor”

McLaren (Getty Images)

F1 | McLaren nel mirino del Presidente del Brasile: “Gli toglierò sponsor”

La notizia ha del clamoroso. La scuderia di Woking è stata minacciata addirittura dal Presidente del Brasile. Per quale motivo vi chiederete. La risposta è semplice per ragioni di sponsor.

A dare fastidio a Jair Bolsonaro tanto da portarlo a pubblicare un tweet di fuoco rivolto al team di F1 sarebbe stato il legame attualmente in essere tra la McLaren e la compagnia petrolifera Petrobras. Un contratto raggiunto per fini di sviluppo tecnologico nel 2018, della durata di 5 anni e per un valore di 200 milioni di euro.

Ma perché mai il governatore di un Paese dovrebbe interessarsi al Circus? Essenzialmente per la politica da lui impostata e che prevede un taglio drastico del supporto economico da parte dello stato alle attività sportive e culturali.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

La querelle San Paolo – Rio de Janeiro

A proposito del Brasile, continua a tenere banco la questione legata al futuro del GP. Se fino a pochi giorni fa, sempre su richiesta del Presidente Bolsonaro, lo spostamento a Rio sembrava scontato, ora dopo l’ultimo meeting che si è svolto in settimana è emerso che l’amministrazione locale di San Paolo si sarebbe unita per scongiurare la privatizzazione dell’impianto garantendo alla città di Senna il prolungamento del suo contratto con la F1, ad oggi valido fino al 2020.

Ad aumentare le speranze sono state anche le parole del sindaco Bruno Covas. “Non c’è dubbio che potremo continuare ad ospitare la gara. Abbiamo la sicurezza e l’organizzazione, inoltre ogni anno vengono effettuati lavori di manutenzione della pit lane e del paddock“, ha assicurato.

Chiara Rainis