Valentino Rossi: “Spa troppo pericolosa per le moto”

Valentino Rossi nel paddock
Valentino Rossi (Getty Images)

MotoGP | Valentino Rossi: “Spa troppo pericolosa per le moto”

Valentino Rossi approda a Le Mans con ottimismo, ma ogni stagione è diversa dalla precedente e molto di penderà dal lavoro svolto in pista sin dalle prime prove libere. La vittoria in terra francese manca dal 2008, ma ha sempre regalato una lunga fila di podi. “Negli ultimi anni sono sempre stato molto competitivo qui. Ma c’è ancora molta strada da fare per vincere di domenica. Dipende se facciamo un buon lavoro nelle prove e come ci esibiamo in qualifica”.

A seguito della notizia che Spa-Francorchamps sarà aggiunta al calendario FIM World Endurance dal 2022, Valentino Rossi ha espresso il suo giudizio sulla pista, affermando che è “troppo pericoloso per le moto”. Alla vigilia del Gran Premio di Francia, Rossi ha descritto il layout belga come la seconda “pista più iconica e affascinante” al mondo, superata solo dal layout del Nurburgring.

Valentino Rossi, che non ha mai guidato sulla pista belga, ha espresso il desiderio di correre sul circuito un giorno, ma su quattro ruote anziché su due. “Adoro Spa anche se non ho mai guidato. Penso che sia la pista più iconica e affascinante dopo il vecchio Nurburgring. Di sicuro andrò a gareggiare lì, ma con le macchine. Penso che con le moto sia troppo pericoloso. Ma non lo so molto bene. La sicurezza è molto importante”.

Valentino Rossi a Le Mans con ottimismo

Valutando le sue possibilità di vittoria a Le Mans, una pista che è stata un terreno di caccia felice per la Yamaha M1 negli anni precedenti, il 40enne non azzarda previsioni: “È molto, molto presto per dirlo. Non lo so. Siamo molto curiosi di capire il nostro potenziale. Normalmente Le Mans è una buona pista per la M1. Negli ultimi anni sono sempre stato competitivo ma per me vincere è molto difficile… Ma dobbiamo provare. Spero che potremo avere altre occasioni nel corso della stagione per cercare di vincere”.

Perché la Yamaha funziona bene qui? “La realtà è che non lo sappiamo”, ha detto Valentino Rossi. “Voglio dirvi che ha lunghe curve, nuovo asfalto e buona aderenza, ma è come Jerez… A volte arrivi e parti da un buon livello per poter migliorare. Altre volte puoi avere più problemi quindi non so perché. Ma negli anni Le Mans è sempre stata positiva per la Yamaha”.