MotoGP, Andrea Iannone: ecco il vero punto debole dell’Aprilia

Andrea Iannone
Getty Images

MotoGP, Andrea Iannone: ecco il vero punto debole dell’Aprilia

Aleix Espargarò conclude il venerdì di prove libere all’8° posto, alle spalle di suo fratello Pol in sella alla KTM. Il pilota del team Aprilia ha anche rimediato una caduta nel finale di giornata, ma non ha troppo condizionato la sua posizione in classifica che potrebbe già valergli l’accesso alla Q2 in caso di pioggia durante le FP3 del sabato.

“Nonostante un feeling non perfetto, ho chiuso un buon giro alla fine delle FP2 che ci ha permesso di essere in top ten. La nostra maggiore difficoltà in questo momento è l’accelerazione, abbiamo poco grip dietro e in una pista stop-and-go come questa siamo costretti a recuperare tutto in frenata – ha detto Aleix Espargarò -. Così facendo si rischia, perché in staccata è più facile commettere degli errori, come successo nella seconda sessione. Abbiamo fatto un passo avanti dopo le FP1 ma dobbiamo migliorare ancora in questo aspetto”.

Andrea Iannone è ancora dolorante al piede sinistro dopo l’incidente rimediato nelle FP4 a Jerez, ma stringe i denti e prosegue il lavoro con la sua RS-GP. Il pilota di Vasto chiude al 19esimo posto il venerdì di Le Mans in 1’33.141. La strada intrapresa con la sua squadra per migliorare, soprattutto nella fase di frenata, sembra quella giusta e in questa direzione si continuerà a lavorare nella giornata di domani in vista delle qualifiche.

“Non sono ancora al 100% con la caviglia, soffro un po’ in staccata per il dolore, ma non è questa la cosa che mi limita di più. Stiamo lavorando per cercare di rallentare meglio la moto, la frenata è dove soffriamo di più e questo poi pregiudica le altre fasi della guida, come l’uscita e l’accelerazione. Abbiamo fatto un buon miglioramento rispetto al mattino e continueremo a lavorare in questa direzione. Dunque – ha concluso Andrea Iannone – stringerò i denti e continuerò a dare il massimo”.