Moto2 GP Francia, Stefano Manzi scivola, poi si avvicina ai primi

Stefano Manzi in Moto2 a Le Mans (Foto Forward)
Stefano Manzi in Moto2 a Le Mans (Foto Forward)

Moto2 | GP Francia, Stefano Manzi scivola, poi si avvicina ai primi

Prima giornata impegnativa quella svoltasi sul circuito Bugatti di Le Mans, in Francia, per i piloti del team MV Agusta Idealavoro Forward Racing. Il tempo, che almeno per oggi è stato clemente, potrebbe subire dei rovesci nella giornata di domani, motivo per cui la squadra corse italo-svizzera ha dovuto cercare di sfruttare al meglio il tempo in pista a disposizione. La caratteristica di questa pista sono i lunghi dritti, dove ci vuole una buona accelerazione ed i piloti ed il team stanno lavorando intensamente sin da ora per cercare di aggiustare la giovane MV Agusta F2 nel migliore dei modi.

Stefano Manzi, che nel primo turno della mattinata è stato vittima di una scivolata nei primi giri, è riuscito a migliorare il suo tempo nel pomeriggio, riducendo il gap con la testa di due decimi. Il cadetto della VR46 Riders Academy ha, infine, segnato il suo miglior crono a 1:38’148, a poco più di 1.6 secondi dal primo.

“La giornata di oggi è stata più complessa del previsto”, spiega Stefano Manzi. “Già stamattina sfortunatamente siamo partiti in salita, a causa di una scivolata, infatti, ho perso quasi l’intero turno e sono riuscito a fare solo gli ultimi 4 giri nella prima sessione di libere. Nel pomeriggio invece ho provato il long run in vista della gara e abbiamo anche scelto di provare la gomma nuova. Il distacco dai primi è diminuito leggermente, ma il lavoro da fare è ancora tanto. Dobbiamo recuperare il tempo perso oggi ma non ci diamo per vinti. Ora analizzeremo i dati raccolti e lavoreremo in vista di domani”

Dominique Aegerter, che manca da 2 anni da questo circuito, non ha ancora trovato il giusto feeling su questa pista, soprattutto in ingresso curva. Il pilota svizzero ha terminato la giornata con un miglior tempo di 1:38’205, a solo un decimo dal suo compagno di squadra e con un gap di 1.7 secondi dal primo.

“Questa prima giornata di prove libere a Le Mans è iniziata discretamente bene”, racconta Dominique Aegerter. “Questa mattina ho fatto molti giri e registrato un buon tempo. Nelle FP2 abbiamo provato qualche aggiustamento e nuove componenti, ma purtroppo non siamo riusciti a migliorare il tempo della giornata. Speriamo che domani il meteo sia bello e non peggiori rispetto a oggi. Il mio obbiettivo sarà migliorare il più possibile il tempo sul giro veloce, probabilmente modificando ancora il setting della mia F2. Cerco di migliorarmi costantemente, quindi anche ora non ci scoraggiamo, analizzeremo i dati e faremo di tutto per arrivare domenica al meglio in griglia di partenza”.

L’appuntamento è fissato per domani, ore 10:55 con le FP3 e alle 15:05 con le Qualifiche. Conclude la team manager Milena Koerner: “Giornata sicuramente più sofferta di quello che avremmo sperato. Questa pista ha un carattere stop_and_go dove l’accelerazione è molto importante e noi sappiamo che si tratta di un punto sul quale dobbiamo ancora migliorare. Sicuramente non abbiamo ancora espresso il nostro potenziale, ma speriamo di riuscire a farlo quanto prima. Entrambi i piloti lamentano la mancanza di grip al posteriore, quindi quello che ci rimane da fare è continuare a lavorare nel box per analizzare i dati della giornata e trovare la giusta strada da percorrere. Le previsioni meteo dicono che dovremmo riuscire a fare delle FP3 asciutte, cosa che ci auguriamo per poter mettere in pratica gli aggiustamenti necessari per migliorare le nostre posizioni in vista delle qualifiche”.