Ambulanza
Ambulanza (Getty Images)

Un operaio di 61 anni è morto ieri pomeriggio a Bonate Sotto (Bergamo) schiacciato dal crollo di un muro mentre si trovava all’interno di un’area della ditta Comac.

Tragedia sul posto di lavoro a Bonate Sotto, piccolo comune di circa 6 mila abitanti in provincia di Bergamo. Nella giornata di ieri, mercoledì 15 maggio, un operaio di 61 anni ha perso la vita mentre stava svolgendo la propria mansione in una ditta della città, la Comac che produce linee di imbottigliamento. Intorno alle 15:30 il 61enne mentre transitava all’interno di un’area dell’azienda, secondo una prima ricostruzione, sarebbe stato travolto e schiacciato dal crollo di un muro. Sul posto sono sopraggiunti i vigili del fuoco ed i sanitari del 118 con un ambulanza che non hanno potuto fare altro che constatare il decesso dell’operaio morto sul colpo.

Incidente sul lavoro: muore operaio 61enne schiacciato da un muro

Un piccolo comune della provincia di Bergamo, Bonate Sotto, è stato sconvolto da un tragico incidente sul lavoro nel quale un operaio di 61 anni ha perso la vita. L’uomo è morto nel primo pomeriggio di ieri schiacciato da un muro crollato all’interno dell’azienda Comac che produce linee di imbottigliamento. Secondo le prime informazioni, riportate dalla stampa locale, il 61enne mentre transitava in un’area della ditta è stato investito dal crollo di una parete che era stata tagliata nel pomeriggio da alcuni muratori. Subito sul posto si è precipitata un’ambulanza con all’interno il personale medico che non ha potuto far nulla per l’operaio morto sul colpo. Presso l’azienda sono intervenuti anche i vigli del fuoco, che hanno messo in sicurezza l’area, i carabinieri ed i tecnici dell’Ats (Agenzia di Tutela della Salute) di Bergamo che hanno effettuato i rilievi e stanno cercando di ricostruire le dinamiche del terribile incidente. Il responsabile dell’area specialistica Igiene e Sicurezza del Lavoro dell’Ats Sergio Piazzolla ha commentato l’accaduto spiegando: “In via del tutto generale – riporta L’Eco di Bergamosi può dire che nei lavori edili le parti di edifici e manufatti in manutenzione o demolizione devono essere segnalate e messe in sicurezza durante le lavorazioni. In particolare, a scopo precauzionale, deve essere valutato dall’impresa che svolge i lavori se regolare o vietare il transito o la sosta di persone nelle immediate vicinanze e comunque ad una distanza di sicurezza. Di norma si utilizzano transenne, reti o barriere di protezione e si segnalano in maniera evidente sia l’esistenza delle lavorazioni in atto sia le vie di passaggio alternative consentite“.

Leggi anche —> Coppia di genitori esasperata denuncia il figlio e lo fa arrestare