Superbike, Kawasaki: Razgatlioglu insidia Haslam per il 2020

toprak razgatlioglu superbike
Toprak Razgatlioglu (©Getty Images)

Superbike, Kawasaki rimpiazza Haslam con Razgatlioglu nel 2020?

Kawasaki nel 2019 ha deciso di riportare Leon Haslam nel campionato mondiale Superbike, dove aveva già corso tra il 2004 e il 2015 vincendo cinque gare e conquistando un buon numero di podi. Una scelta che in parte stupì, dato che ci si immaginava un sostituto di Tom Sykes più giovane. Invece è toccato al figlio d’arte.

Nei piani dei vertici del team c’era quello di affiancare al quattro volte campione del mondo Jonathan Rea il talento turco Toprak Razgatlioglu. Tuttavia, quest’ultimo aveva un contratto per un altro anno con il team privato Puccetti e dunque ad Akashi hanno deciso di affidarsi a un pilota che già stava correndo con Kawasaki, seppur nel British Superbike Championship. E proprio Haslam è stato il campione 2018 del BSB, dopo aver già sfiorato il titolo l’anno prima.

Superbike, Kawasaki: Haslam deve temere Razgatlioglu per il 2020

Il 35enne rider britannico in questo avvio di campionato WorldSBK 2019 ha conquistato due podi a Phillip Island e altri sei piazzamenti in top 5. Nella classifica generale è quinto con 108 punti. Davanti a lui, oltre a Bautista e Rea, ci sono anche Lowes e Van der Mark. Haslam ha ancora ancora otto gran premi per cercare di farsi confermare da Kawasaki. Il suo contratto scade a fine anno e la sua permanenza nel box dipenderà dai risultati che riuscirà a conquistare.

Un pilota che sicuramente ambisce alla sua sella è il già citato Razgatlioglu, che la casa di Akashi tiene in grande considerazione. Il Senior Engineer Ichiro Yoda a Speedweek ha confermato: «Toprak è un’opzione per noi, rappresenta la prossima generazione. Haslam ha solo un anno di contratto, potremmo anche continuare con lui. In questo momento siamo abbastanza contenti, ma ha quasi tre anni in più di Johnny. Toprak, d’altra parte, è il futuro. Ha dimostrato di poter arrivare regolarmente al quinto o sesto posto. Il team vorrà lui, sono sicuro che possiamo guidarlo nella giusta direzione».

Il talento turco è ottavo nella classifica generale Superbike con 65 punti. È salito sul podio in Gara 1 a Imola e per il resto non è mai stato in top 5. Il suo precedente miglior piazzamento era stato il sesto posto nella gara inaugurale di Phillip Island. Razgatlioglu ha ancora molto potenziale da dover tirare fuori. Può fare meglio di quanto visto finora e già a Imola ha mostrato passi avanti. Adesso è atteso a un salto di qualità definitivo. Il team Puccetti lo sta supportando al meglio, affidandogli una Kawasaki molto simile a quella di Rea e Haslam: «Diciamo che è identica al 95% – spiega Yoda –. La più grande differenza è la squadra».

Matteo Bellan