Massimo Giletti
Massimo Giletti parla della lite in tv col sindaco di Mezzojuto

Il conduttore tv Massimo Giletti, coinvolto in un acceso diverbio col sindaco di Mezzojuto domenica a ‘Non è l’Arena’, parla di quanto successo.

Domenica scorsa Massimo Giletti in diretta a ‘Non è l’Arena‘, la trasmissione che presenta ogni domenica su La7, è stato coinvolto in un violento diverbio. Il suo rivale è stato Salvatore Giardina, sindaco di Mezzojuso. Il programma è andato in onda proprio dalla piazza principale di questo paese situato in provincia di Palermo. E lì si è parlato del controverso caso di minacce ricevute da tre sorelle, che da molto tempo si trovano a subire minacce ed intimidazioni da parte della malavita locale allo scopo di sottrarre loro delle terre regolarmente detenute. Le donne si sono dette abbandonate dalle istituzioni, e presto i toni sono diventati più duri. Giletti ed il sindaco sono quasi venuti alle mani. Il conduttore tv torinese torna sull’accaduto nel corso di una intervista al ‘Corriere della Sera’. “Il primo cittadino mi ha messo le mani addosso, io però non ho reagito nonostante lo spintone ricevuto”.

LEGGI ANCHE –> Incidente moto auto, morto un 24enne: “Fine orribile per lui”

Giletti contesta il sindaco Giardina: “Inaudito quello che ha fatto”

“C’erano le donne fra di noi e la situazione sarebbe potuta degenerare. Una cosa così non si vedeva dai tempi di Michele Santoro”, prova a sdrammatizzare Giletti. Ma poi il tono torna a farsi serio. “Lui non rispondeva alle mie domande, ma è grave però quello che poi ha detto. E cioè che ha ammesso di essere andato ai funerali di don Cola, il boss mafioso di Mezzojuso. Dice che va a tutti i funerali. Ma chi rappresenta lo Stato e le istituzioni non può andare ad omaggiare un malavitoso. E poi ci sono le sorelle Napoli, che si sono ribellate alla mafia e che non accettano vessazioni. Sono loro la vera Sicilia, quella che non china il capo e che non accetta passivamente i soprusi. Cito il sindaco di Troina, che ha detto che lui i boss mafiosi li accompagna in carcere e non al cimitero come ha fatto Giardina. Questa è la vera Sicilia”.

LEGGI ANCHE –> Pomeriggio 5, rissa e botte tra due opinioniste a telecamere spente – VIDEO