Che sfortuna per Mick Schumacher, frenato da un incidente

Mick Schumacher in pista in F2 a Barcellona (Foto Prema)
Mick Schumacher in pista in F2 a Barcellona (Foto Prema)

F2 | Che sfortuna per Mick Schumacher, frenato da un incidente

La serie FIA Formula 2 ha completato sul circuito di Barcellona il terzo appuntamento del calendario 2019. Callum Ilott ha confermato in pista la giusta direzione di crescita che lo ha portato a ottenere i suoi migliori risultati nella categoria. Dopo aver concluso Gara-1 in ottava posizione, il pilota della Ferrari Driver Academy (FDA) ha completato la trasferta spagnola conquistando la terza posizione in Gara-2, piazzamento che gli ha consentito di salire per la prima volta sul podio di Formula 2.

Un passo avanti importante per Callum, che ha concluso il weekend conquistando 14 punti nella classifica di campionato. Un fine settimana positivo che lo introdurrà tra poche ore al primo test di Formula 1 della sua giovane carriera, sempre sul circuito di Barcellona al volante dell’Alfa Romeo. “Mi spiace un po’ per la partenza di Gara-2 – ha commentato Ilott al termine del weekend – visto che scattavo dalla pole position. Ho cercato di gestire al meglio le gomme, perché volevo il podio, e alla fine è arrivato. Sono davvero contento della direzione in cui ci sta portando il lavoro pianificato da inizio stagione, ho sempre più feeling con la monoposto e in generale con la categoria. Ora ci prepariamo per una conferma nella prossima tappa a Montecarlo”.

Così Mick Schumacher e Giuliano Alesi

Il weekend di Montmelò è stato invece poco fortunato per Mick Schumacher e Giuliano Alesi. Il pilota tedesco ha raccolto meno del previsto, una quindicesima e una dodicesima posizione che non rispecchiano il potenziale mostrato in pista. In Gara-1 Schumacher è stato penalizzato da un contatto subìto nel primo giro, che gli ha causato una foratura rendendo la sua corsa un calvario. “Nel complesso non è stato il fine settimana che avremmo voluto – ha spiegato Mick – visto che entrambe le gare non hanno avuto per me esiti positivi. Siamo ancora in una fase di crescita, ma ora sono impaziente di scendere in pista a Monaco per la prima volta”.

Ancora più difficile è stato il fine settimana di Alesi, che ha visto svanire le possibilità di puntare alla top 10 pochi metri dopo il via di Gara-1. Giuliano si è ritrovato nella via di fuga della terza curva, terminando la sua corsa a pochi secondi dal via. Il ritiro lo ha penalizzato anche nella posizione di partenza di Gara 2, conclusa in sedicesima posizione dopo essere scattato dall’ultima fila dello schieramento.