Mangiano carne cruda: coppia contrae la peste e muore

infarto fattori sintomi
Ospedale (Getty Images)

Una coppia di coniugi, di origine kazaka, è morta dopo aver mangiato carne cruda di marmotta: i due hanno contratto la peste bubbonica. Decine di turisti sottoposti a quarantena.

È successo in Mongolia: una coppia di coniugi, marito e moglie, è morta dopo aver consumato della carne di marmotta cruda. I due, facenti parte della minoranza kazaka presente nella regione, hanno contratto la peste bubbonica e per loro non c’è stato scampo. Decine di turisti, ora, sono bloccati a seguito della misura di quarantena disposta dalle autorità locali.

Mangiano carne cruda: coppia muore dopo aver contratto la peste

Marito e moglie, rispettivamente di 37 e 38 anni, facenti parte della minorità kazaka presente nella regione, sono morti dopo aver contratto la peste bubbonica: la coppia avrebbe consumato carne cruda di marmotta. Stando a quanto riportato dal Siberian Times, sono 158 le persone che sarebbero entrate in contatto con i due, tra cui una decina di turisti di ogni nazionalità: americani, russi, tedeschi, olandesi, svedesi, sudcoreani e svizzeri. La coppia è deceduta il primo maggio e da quel momento pare non si sarebbe verificato alcun altro caso di peste. È stato il governatore provinciale Aipiin Gilimkhaan, secondo quanto riportato dall’agenzia stampa francese Afp, a rilasciare tale dichiarazione ed a rassicurare che la quarantena per le decine di turisti sottoposti alla misura sta per terminare. L’agenzia di stampa ha, inoltre, riferito che le autorità locali hanno numerose volte invitato i locali a non consumare carne cruda di marmotta perché è in grado di veicolare il batterio Yersinia pestis, responsabile della peste. In molti, però, hanno ignorato l’avvertimento in quanto ritengono che le interiora del roditore siano un toccasana. Il Dipartimento federale degli affari esteri (Dfae) ha confermato alla stampa l’allarmante notizia. Secondo le informazioni in possesso dell’ente la salute degli altri turisti non sarebbe in pericolo e a breve potranno lasciare la regione presso cui sono trattenuti in quarantena.

La peste si può curare, ma va trattata con molta attenzione

La peste è una patologia infettiva di origine batterica, veicolata da numerose specie di roditori. Questa malattia per quattro millenni è stata considerata una vera e propria piaga. Ad oggi è annoverata tra una di quelle patologie rare che ad oggi risultano molto difficili da contrarre: secondo l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) tra il 2010 e il 2015 sono stati 3248 i casi riscontrati di peste, di cui solo 584 mortali.

Leggi anche —> Tragico incidente nel pomeriggio: vita spezzata a soli 22 anni