Incidente in moto, muore 22enne: sul posto i genitori per il riconoscimento

incidente
Terribile incidente in moto, Gioele muore a soli 22 anni

Un ragazzo di 22 anni ha perso la vita in seguito ad un drammatico incidente stradale. L’incidente avvenuto in moto, i genitori hanno riconosciuto il corpo.

Un incidente terribile è costato la vita ad un giovanissimo. Il tutto è accaduto a Padova nel quartiere Montà, nella serata di sabato. A morire è stato il povero Gioele Brasiliani, che a 22 anni aveva ancora tutta una esistenza davanti a se. Purtroppo il ragazzo ha perso la vita dopo che la moto sulla quale viaggiava è andata a scontrarsi contro un’automobile che proveniva dall’opposto senso di marcia. La vittima sedeva dietro, al posto riservato al passeggero. Alla guida del ciclomotore, una Husqvarna, c’era un suo amico. Quest’ultimo è stato trasportato in ospedale in codice rosso, attualmente versa in gravi condizioni. L’incidente si è svolto a poca distanza dalla casa di Gioele, intorno alle 20:30 di sabato. Il giovane abitava insieme alla sua famiglia ed è morto sul colpo. Sul posto sono arrivati immediatamente anche i genitori per confermare l’identità del figlio. Per loro è stato uno strazio devastante.

LEGGI ANCHE –> Schianto nella notte, muore persona amata da tutti

Incidente drammatico, un altro 22enne è morto sempre nel Veneto

Un altro drammatico episodio ha coinvolto un altro giovane. Anche in questo caso il finale è stato tragico e la vittima in questione aveva 22 anni. Il fatale evento ha avuto luogo nel Veronese nella mattina del 9 maggio. Il giovane conducente si trovava al volante della sua vettura, una Fiat Punto, quando per cause ancora da accertare il veicolo è sbandato. L’uscita di strada è andata a coincidere con il punto dove inizia il guar-rail. Lo schianto tra il veicolo e la struttura è stato pauroso e non ha lasciato scampo al ragazzo. E ciò che ha destato impressione è stato il fatto che la macchina è stata praticamente tagliata in due parti.

LEGGI ANCHE –> Schianto terribile, muoiono giovani fidanzati: “Uniti anche nella morte”