Arriva una vittoria per Valentino Rossi, ma è in tribunale

Valentino Rossi mentre curva con la sua Yamaha
Valentino Rossi (Getty Images)

MotoGP | Arriva una vittoria per Valentino Rossi, ma è in tribunale

Valentino Rossi a 40 anni suonati continua a stupire in pista con prestazioni di alto spessore. Il Dottore nonostante l’età è ancora una volta, numeri alla mano, in lotta per il titolo, anche se battere questo Marquez, ad oggi, sembra davvero un’impresa quasi impossibile.

Fuori dalla pista però anche il Dottore ha i suoi bei problemi. In particolare dal 2016 il rider di Tavullia ha dovuto affrontare una causa da parte di Victor Untu e Jigan Zinaida, gli ex custodi della villa di Valentino. I due dopo 10 anni di lavoro sono stati licenziati dalla Domus Mea (società di Graziano Rossi) in seguito allo scioglimento di quest’ultima.

Se sei interessato a tutti gli aggiornamenti su Valentino Rossi CLICCA QUI

114mila euro la richiesta

Ad un anno di distanza i coniugi hanno trascinato in tribunale Valentino Rossi e il babbo Graziano chiedendo 114mila euro di indennizzo per straordinari non pagati e 6 mesi di indennità risarcitoria. Il marito percepiva 2600 euro al mese, mentre la moglie 1600, entrambi con 13esima e TFR.

Come riportato da “Il Resto del Carlino”, i legali di Valentino hanno però dimostrato, fatture alla mano, che i lavori straordinari sono stati eseguiti da alcune ditte. I giudici hanno così respinto il ricorso e hanno anzi condannato i due coniugi a pagare 11mila euro di spese legali. I custodi avevano già ottenuto nel 2011 10mila euro per sanare alcune pretese passate. I due erano stati licenziati in quanto la villa era stata messa in vendita. Per Valentino Rossi arriva quindi una vittoria importante anche fuori dalla pista.

Antonio Russo