Superbike Imola, Rea: “Bello vincere in casa Ducati”

jonathan rea Superbike Imola
Jonathan Rea (©Getty Images)

Superbike, GP Imola 2019: Rea festeggia per il ritrovato trionfo.

L’aveva detto che Imola poteva essere il posto giusto per tornare a vincere e così è stato. Jonathan Rea ha trionfato nella Gara 1 Superbike del Gran Premio d’Italia 2019. Il pilota Kawasaki ha vinto con margine su Alvaro Bautista, spezzandone il dominio che durava da undici manche.

Finalmente il quattro volte campione del mondo SBK è tornato a sorridere. Dopo quattro anni di trionfi, non è stato facile dover accettare di essere battuto continuamente dal rivale della Ducati. Nonostante un po’ di frustrazione normale, ha cercato comunque di non perdere mai la calma e di continuare a lavorare al massimo col suo team. La vittoria all’Autodromo Enzo e Dino Ferrari è meritatissima.

Jonathan Rea Superbike Imola 2019
Jonathan Rea (foto Bonora Agency)

Superbike, GP Imola 2019: Rea commenta il trionfo di Gara 1

Jonathan Rea ovviamente al settimo cielo per il successo conquistato nella Gara 1 Superbike di Imola. Nell’immediato post-corsa non ha nascosto la propria soddisfazione: «È stato un inizio di stagione difficile emotivamente, Bautista e Ducati hanno fatto un grande lavoro. Ho spinto sempre al limite e ringrazio Kawasaki per avermi dato una buona moto. Bello vincere a Imola davanti a tutti questi tifosi, mi sono divertito e domani ci riproverò».

Per il nord-irlandese si tratta dell’ottava affermazione sul tracciato romagnolo, un record. Ci si aspettava da lui che potesse finalmente spezzare il dominio di Bautista con la Ducati. A tal proposito commenta anche il fatto di non aver visto battuto il primato delle undici manche consecutive vinte, condiviso proprio con Alvaro: «È positivo aver vinto oggi, soprattutto qui in terra Ducati».

Infine Rea spiega che il rider fa ancora la differenza in sella alla moto, soprattutto nelle piste nelle quali la potenza del motore non è fondamentale: «Imola è una pista stop-and-go, qui i piloti fanno la differenza. Abbiamo lavorato duramente e fatto del nostro meglio». Vedremo se il campione della Kawasaki si ripeterà anche in Gara 2.

 

Matteo Bellan