Yamaha Master Camp: la prima pilota alla corte di Valentino

Yamaha Master Camp: la prima pilota alla corte di Valentino Rossi

Il Yamaha Master Camp è pronto per la settima edizione che andrà in scena dal 22 al 26 maggio. I cinque piloti emergenti selezionati sono tutti amici e rivali in quanto stanno attualmente gareggiando nel campionato WorldSSP300 nell’ambito della Yamaha R3 bLU cRU Challenge di Yamaha Motor Europe. Sono abili e affamati di buoni risultati – il curriculum perfetto per aspiranti laureati Master Camp.

Tra loro anche una ragazza di origine madrilena, Beatriz Neila, che sarà la prima donna a partecipare al Master Camp Yamaha VR46. I piloti che frequentano questo corso di guida ad alta intensità sono l’olandese Finn de Bruin (18), gli italiani Kevin Sabatucci (20 anni) e Jacopo Facco (19), il francese Andy Verdoia (16) e la spagnola Beatriz Neila (17 anni), che attualmente gareggia nel WSSP300 con il BCD Yamaha MS Racing Team.

I piloti potranno beneficiare degli insegnamenti di Marco Belli e Carlo Casabianca. La formazione si svolgerà sul circuito di Galliano Park, nel Autodromo di Modena e in altri contesti in cui si allenano anche i piloti dell’Accademia VR46. “È incredibile che il Master Camp Yamaha VR46 stia già iniziando la sua settima edizione!”, afferma Valentino Rossi. “Onestamente, è fantastico che siamo riusciti a rendere questo programma un successo e che possiamo formare tanti giovani piloti di talento. È un piacere dare il benvenuto a questi cinque piloti del World SSP300 bLU cRU 2019 nella mia città natale, Tavullia”.

Pensando a questa settima edizione, sia Valentino che la Yamaha hanno fatto alcuni cambiamenti nel metodo di allenamento che seguirà i cinque piloti iscritti nei cinque giorni: “Abbiamo voluto per fare alcune modifiche nelle attività e fare qualcosa di speciale. Negli ultimi tre anni, abbiamo visto cosa funziona e cosa non funziona e abbiamo sentito tutti i vostri commenti. Sono certo che il nuovo programma sarà molto interessante per loro e anche molto divertente… Vorrei ringraziare Yamaha, VR46 e gli sponsor e i partner, che hanno contribuito a organizzare l’intero progetto del Master Camp. Aiutare i giovani piloti è stato un mio progetto dal 2014, quando ho iniziato la VR46 Riders Academy. Vedere i progressi dei giovani piloti è davvero una grande ricompensa – ha concluso Valentino Rossi – e anche una grande motivazione per continuare a spingere e godersi le corse”.