Alvaro Bautista Superbike Imola 2019
Alvaro Bautista (foto Bonora Agency)

Superbike, GP Imola 2019: le sensazioni di Bautista e Davies dopo le prove libere in Italia.

Un venerdì di prove libere Superbike non facile per Alvaro Bautista. Abituato a dominare in questo inizio di campionato 2019, invece oggi a Imola il leader della classifica mondiale si è dovuto accontentare del quarto tempo assoluto.

Sono ben 7 i decimi incassati dallo spagnolo del team Aruba Racing Ducati rispetto al leader di giornata, cioè Jonathan Rea. Per Bautista il tracciato romagnolo rappresenta una novità e probabilmente deve ancora prendere le misure alla perfezione. È vero che ha disputato un test lì qualche settimana fa, ma i weekend di gara sono un’altra cosa. Comunque attenzione all’ex pilota MotoGP, non va mai sottovalutato. Domani certamente sarà più competitivo tra Superpole e Gara 1.

Superbike, GP Imola 2019: Bautista commenta le prove libere

Bautista al termine di questa giornata di prove libere Superbike a Imola si è così espresso sulla sua situazione attuale: «Nel test avevo fatto solo venti giri tra asciutto e bagnato – spiega a Speedweek. Nella FP2 ho avuto un feeling molto migliore, la moto era più stabile in frenate e più facile da girare. Non ho usato pneumatici nuovi, mi sono concentrato sulla distanza di gara e il mio passo è buono. Ho la stessa sensazione che avevo nelle gare precedenti, questo è importante. Non sono preoccupato dei 7 decimi da Rea, bisogna considerare le gomme utilizzate».

Nel team Aruba Racing Ducati ci sono progressi da fare sul piano della stabilità, che ancora non soddisfa Alvaro. Passi avanti sono stati compiuti nella seconda sessione di prove libere, però servono step ulteriori sabato. Rea ritiene che sulla pista romagnola possa finalmente vincere, a tal proposito Bautista replica: «Non conosco bene il tracciato, lui qui ha vinto diverse volte e sa che noi abbiamo qualche difficoltà. A Imola serve una moto stabile e facile da girare, non ce l’abbiamo al momento. Probabilmente è la pista peggiore per noi».

L’ex pilota MotoGP conferma le sue necessità. Oltre alla stabilità, gli serve pure qualche progresso in percorrenza di curva. Nei precedenti appuntamenti i difetti della Panigale V4 R si sono notati poco con lui in sella, però qualcosa sta affiorando in Italia. Tuttavia, ci aspettiamo di vederlo in lotta nelle primissime posizioni tra Gara 1 e Gara 2.

WorldSBK, Davies contento del suo venerdì

Chaz Davies di buon umore oggi. Il gallese ha sorpreso con il suo secondo posto, riuscendo a fare meglio del compagno Bautista. A Imola potrebbe iniziare realmente il suo campionato 2019, viste alcune difficoltà iniziali con la Panigale V4 R. Ecco le sue impressioni odierne: «Davvero una bella giornata. Finire venerdì tra i primi tre è un bel passo in avanti. Imola è un buon posto per cambiare le cose. Tuttavia, anche se siamo migliorati, non sono soddisfatto al 100 per cento del feeling con la V4R. Ma spero di poter fare progressi su questa sabato, sento di avere margini di miglioramento. Proveremo delle cose domani. Comunque non vedo perché non dovrei essere in grado di lottare per vincere».

Il tre volte vice campione del mondo Superbike sta facendo del proprio meglio per adattarsi alla nuova Ducati. Non è mai un processo semplice, soprattutto se richiede di cambiare l’abituale stile di guida. Davies sta cercando di non snaturarsi troppo e di tirare fuori il massimo dal suo bolide. Il team lavora intensamente per farlo sentire a suo agio e forse a Imola Chaz potrà veramente pensare di tornare alla vittoria.

 

Matteo Bellan