Padre 57enne in manette: finisce l’incubo della figlia minorenne

Polizia
Polizia (foto dal web)

Un 57enne di Potenza è stato arrestato dalla Polizia. L’uomo, secondo la ricostruzione degli inquirenti, abusava sessualmente della figlia minorenne. Le indagini sono partite dopo il racconto alle forze dell’ordine della vittima.

Un uomo di 57 anni è stato arrestato dagli agenti della Squadra mobile della polizia di stato di Potenza e trasferito in carcere con l’accusa di violenza sessuale ai danni della figlia minorenne. L’arresto è stato eseguito su un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del capoluogo lucano. Le indagini, condotte dalla Polizia e coordinate dalla Procura della Repubblica di Potenza, sono scattate dopo la denuncia della stessa vittima che prima ha raccontato quanto subito alla madre e poi alle forze dell’ordine.

Leggi anche —> Omicidio Yara Gambirasio: Bossetti trasferito nel carcere di Bollate a Milano

Abusava della figlia minorenne: in manette un uomo di 57 anni

Un orribile vicenda è emersa dalle indagini della Polizia di Potenza che hanno portato all’arresto di un uomo di 57 anni. Secondo quanto riportato da La Gazzetta del Mezzogiorno, il 57enne sarebbe stato arrestato dalla Squadra Mobile della Polizia con l’accusa di violenza sessuale ai danni della figlia minorenne. Le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica del capoluogo lucano, sono partite a fine marzo a seguito del racconto alle forze dell’ordine della minorenne che prima aveva riferito, attraverso l’intermediazione di una amica, quanto subito alla propria madre. L’uomo, secondo quanto emerso dalla testimonianza della vittima, avrebbe anche minacciato la figlia di ulteriori abusi se avesse riferito quanto già accaduto in passato. Nonostante le minacce, la minorenne, grazie anche il supporto della madre e dell’amica, ha trovato il coraggio di parlare e di denunciare gli abusi subiti recandosi in Questura. Il Giudice per le indagini preliminari di Potenza ha così emesso un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per l’uomo che è stato arrestato dalla Polizia e successivamente condotto presso la casa circondariale del capoluogo lucano. La minore e sua madre, secondo quanto riportato dalla redazione de La Gazzetta del Mezzogiorno, sono state trasferite in una comunità protetta.

Leggi anche —> Omicidio Marco Vannini, mamma Marina: “Ho sempre detto che Ciontoli mente”