MotoGP, Bradl confessa: “Lorenzo non aveva velocità, dopo 2 giri…”

Getty Images

MotoGP, Stefan Bradl confessa: “Lorenzo non aveva velocità, dopo 2 giri…”

Stefan Bradl ha esordito come wild card domenica scorsa a Jerez, portando in pista alcune innovazioni di casa Honda, tra cui il nuovo telaio misto in alluminio e fibra di carbonio su cui lavorano da mesi, un telaio che lo stesso Marc Márquez ha avuto l’opportunità di testare nel test tenutosi lunedì sul circuito andaluso.

Il tester tedesco, che ha chiuso decimo in gara, davanti alla RC213V di Jorge Lorenzo, ha valutato i risultati a Jerez come “buoni”, uno sforzo che gli è valso anche per ricevere elogi dagli uomini di HRC: “E’ stato un buon risultato. I capi dell’HRC si sono congratulati con me, questo è un buon segno e ho concluso davanti a Lorenzo”, ha detto Bradl a Speedweek.com. “Ho anche imparato un po’ del passato, penso ad esempio a Brno 2018… Non si può dare tutto al primo giro. Ero con Aleix [Espargaró] in un primo momento. Mi sono reso conto che ero più veloce, ma era sempre davanti a me. Era un po’ sciocco, perché nel finale abbiamo perso un sacco di tempo con Nakagami”.

La conquista del decimo posto in Spagna è stato “qualcosa di grande” dopo aver pianificato la gara praticamente dall’inizio alla fine, con l’esatta scelta della mescola dura al posteriore e all’anteriore: “È stata una gara in cui ho pensato molto alla mia testa, a cosa era importante e in quale momento. Mi ha anche aiutato che quest’anno avevo già completato undici giorni di test prima del gran premio. Il piano è andato bene, ma in circuiti così corti non hai molto tempo per premere i pulsanti e modificare le impostazioni di configurazione e le mappe. Ho fatto solo alcuni piccoli errori, all’inizio sono stato attento, aspettando che le gomme funzionassero correttamente, la cosa buona era seguire Nakagami… Ho notato che Lorenzo non aveva la velocità, dopo due giri ho visto che avrei potuto sorpassarlo, ma dovevo stare attento e pensare, dovevo pensare alla squadra… anche questo è importante, ma ho avuto mano libera da HRC”.