MotoGP, Vinales a Le Mans per cancellare un record negativo

Maverick Vinales
Getty Images

MotoGP, Maverick Vinales a Le Mans per cancellare un record negativo

Nonostante il podio di Jerez Maverick Viñales è ancora lontano dall’avere buone sensazioni in sella alla sua Yamaha M1. Poche novità nel corso dell’ultimo test, ma che potrebbero consentire di migliorare il feeling già a partire da Le Mans, soprattutto in fase di accelerazione e usura del posteriore. La terza posizione dello spagnolo sulla pista andalusa è stata balsamica dopo una partenza molto dura e il risultato è arrivato dopo un ottimo inizio in cui, per la prima volta finora in questa stagione, non ha rinunciato a nessuna posizione.

Nelle prime tre gare ha pagato troppo lo scotto dei problemi con la frizione. Primo nelle qualifiche in Qatar, secondo in Argentina, all’inizio di entrambe le prove lo spagnolo è sceso al settimo posto e per il dessert, ad Austin è stato penalizzato con un penalty dopo la partenza anticipata. In virtù di queste tre partenze da dimenticare Maverick Vinales è il pilota che ha perso più posizioni in gara, ma fortunatamente a Jerez sembra aver risolto il problema. nel test di lunedì ha completato 94 giri e concluso con il 5° crono: “Abbiamo provato molte cose e anche provato a migliorare il ritmo delle gomme da gara”, ha detto lo spagnolo. “Penso che abbiamo provato troppe cose in questo test. Ma alla fine il risultato potrebbe essere visto. Ora dobbiamo dirigere i nostri sguardi e pensieri a Le Mans. Nel 2017, ho vinto lì con la M1, e vogliamo ripartire da quello. Sono curioso di sapere cosa possiamo ottenere lì”.

Viñales ha testato nuovi componenti elettronici (hardware e software), Pneumatici Michelin, nuovi componenti dalla Yamaha. “Ma non c’era nulla di incredibile, quindi dobbiamo continuare a lavorare. Abbiamo quasi simulato la distanza della gara, quindi ero sulla buona strada. Ma lunedì ci mancavano ancora 0,8 secondi. Ecco perché dobbiamo continuare a cercare miglioramenti”. La mancanza di trazione è un argomento fastidioso di Viñales per Yamaha. “Purtroppo non abbiamo trovato nulla in questa zona. Abbiamo anche provato lo spoiler sulla ruota posteriore, ma non era niente di speciale. Non ho sentito alcuna differenza… A Le Mans l’aderenza sarà abbastanza buona. Il Circuito Bugatti è una buona pista per me. Voglio essere più competitivo lì che a Jerez. Dipende anche da me, devo adattare meglio il mio stile di guida alla moto”.