MotoGP: Andrea Dovizioso cambia sport, si cimenterà con le 4 ruote

Andrea Dovizioso

MotoGP | Andrea Dovizioso cambia sport, si cimenterà con le 4 ruote

Andrea Dovizioso allo stato attuale sembra essere sicuramente l’avversario più accreditato per contrastare Marc Marquez nella rincorsa al titolo. Il rider della Ducati ha dimostrato, infatti, di potersela giocare alla pari con il campione spagnolo mettendo in crisi in più di un’occasione. Ad oggi l’italiano è l’unico pilota presente in griglia che sia stato capace di batterlo per davvero nel corpo a corpo.

Naturalmente le passioni che accendono il cuore di Andrea Dovizioso non sono legate solo alla MotoGP, ma anche al Motocross e alle 4 ruote. Come sappiamo da qualche anno Ducati è tra le mani di Audi e proprio questo connubio ha presentato a Dovi una ghiotta opportunità per guidare una splendida RS 5 DTM.

Se sei interessato a tutti gli aggiornamenti su Andrea Dovizioso CLICCA QUI

Dovi come Surtees

Il rider italiano, infatti, ha annunciato che prenderà parte alle due gare del campionato DTM che si terranno a Misano l’8 e il 9 giugno. Non è la prima volta che vediamo un pilota passare dalle 2 alle 4 ruote. Storica resterà naturalmente l’impresa di John Surtees, l’unico capace di vincere il Mondiale sia in moto che in Formula 1.

In merito a questa avventura Andrea Dovizioso ha così dichiarato: “Amo le auto e mi sento fortunato ad avere questa opportunità di gareggiare con la Audi RS 5 DTM. Non è facile trovare il tempo per prepararsi ad una corsa come questa durante la stagione MotoGP, ma non vedo l’ora di competere in un campionato di così alto livello come il DTM. La vettura è semplicemente fantastica, ma rappresenta una sfida completamente diversa rispetto alla mia Desmosedici GP e voglio farmi trovare pronto, quindi ho fatto molta pratica al simulatore prima di salire a bordo per la prima volta oggi. Misano è una pista speciale per tutti i piloti italiani, e lì ho ottenuto una splendida vittoria lo scorso anno, quindi sono davvero contento e ringrazio Audi per avermi dato questa opportunità”.

Antonio Russo