Chiude la figlia di 3 anni in auto: “Non è umano ciò che ha fatto”

Soccorsi
Soccorsi (Getty Images)

Un uomo di 39 anni a New York ha ucciso la propria figlia di 3 chiudendola nella propria auto e dando fuoco a quest’ultima. La zia della piccola: “Non è umano ciò che ha fatto“.

Un agghiacciante episodio consumatosi nel quartiere di Queens a New York è stato ripreso dalla stampa internazionale. Un uomo di 39 anni ha chiuso la figlia di appena tre anni all’interno dell’abitacolo della propria auto a cui ha dato fuoco dopo averla cosparsa di benzina. Secondo le prime informazioni riportate anche dal tabloid britannico The Mirror, l’uomo avrebbe compiuto il folle gesto per vendicarsi dell’ex compagna con cui si era separato e con la quale era in corso una battaglia legale per la custodia della piccola. Purtroppo per la piccola Zoey all’arrivo dei soccorsi non c’è stato più nulla da fare ed è morta per le ustioni riportate nell’incendio.

Chiude la figlia di tre anni in auto e le dà fuoco: il folle gesto di un 39enne

Un uomo di 39 anni, Martin Pereira, ha dato fuoco alla propria auto in cui aveva chiuso la figlia di tre anni nel quartiere di Queens a New York. Secondo una prima ricostruzione effettuata dagli inquirenti, l’uomo ha chiuso la propria figlia Zoey nella sua Audi A6, attivando la chiusura centralizzata dall’esterno così da assicurarsi che la piccola non potesse liberarsi, ha cosparso il veicolo di benzina e gli ha dato fuoco. Le fiamme non hanno lasciato scampo alla piccola Zoey che è deceduta per le gravissime ustioni riportate nel rogo. Pereira si è recato successivamente presso il pronto soccorso per medicare una leggera ustione, ma le forze dell’ordine lo hanno identificato ed arrestato. Il 39enne, secondo quanto riportato dal tabloid inglese The Mirror, è attualmente sospettato dell’omicidio della figlia e non è stato ancora formulata nessuna accusa nei suoi confronti. Il motivo del folle gesto sarebbero legati alla separazione tra l’uomo e l’ex compagna, Cherone Coleman madre della piccola, con cui aveva iniziato un’aspra battaglia legale per la custodia di Zoey. La zia della piccola ha rilasciato un’intervista al New York Post affermando: “Ha ucciso una bambina, l’ha bruciata viva. Non è umano ciò che ha fatto“.

Leggi anche —> Terribile incidente sull’autostrada: spezzata una giovanissima vita