Paolo Simoncelli: “Marco ci ha dato una mano da lassù”

Paolo Simoncelli (Getty Images)

Moto3 | Paolo Simoncelli: “Marco ci ha dato una mano da lassù”

Jerez ha un sapore particolare per la famiglia di Marco Simoncelli. Era il 2004, circa 15 anni fa, quando un ragazzino alto e dai capelli rossi saliva sul gradino più alto del podio lì in Spagna dedicando la prima vittoria in 125 al papà che gli era stato accanto sostenendolo sino a quel momento. Proprio tra le curve del circuito andaluso, infatti, il 58 aveva conquistato la sua prima vittoria nel Motomondiale.

Uno strano scherzo del destino però ha voluto che la squadra intitolata a Marco, la Sic58, riuscisse a cogliere la prima vittoria nel Motomondiale proprio a Jerez, mettendo davanti a tutti in Moto3 addirittura entrambe le moto.

Se sei interessato a tutti gli aggiornamenti sulla Moto3 CLICCA QUI

Rapporto speciale tra Suzuki e Paolo

Come riportato da “Marca”, Paolo Simoncelli ha così commentato questo prestigioso risultato: “Naturalmente sono eccitato, soprattutto perché la prima vittoria nel Mondiale 125 di Marco è arrivata a Jerez e il suo compagno di team arrivò secondo come oggi e questo mi ha fatto pensare che era un segno. Marco ci ha aiutato da lassù”.

Il papà del Sic ha poi proseguito: “Niccolò è venuto nella nostra squadra con delle difficoltà, abbiamo creato un ambiente adatto per lui, è un ragazzo molto calcolatore, l’altro invece è diventato un animale da gara. Vivendo con me gli ho insegnato fin troppo bene, ma in generale è una grande squadra, c’è un’atmosfera fantastica”.

Infine Tatsuki Suzuki ha raccontato: “Per me è stato un giorno speciale, ma soprattutto per Paolo che piangeva nel box. Giovedì mattina Paolo mi ha portato in un bar per la prima colazione e mi ha detto: ‘Qui siamo venuti io e Marco a fare colazione e poi è andato a podio’. Credo che ora andremo sempre in quel bar. Il mio rapporto con Paolo è molto stretto. Ci vediamo ogni giorno, non solo al circuito”.

Antonio Russo