WRC, Ogier per la prima volta affronta il Rally del Cile: “Mi ricorda…”

Sebastien Ogier sulla Citroen WRC (Foto Citroen)
Sebastien Ogier sulla Citroen WRC (Foto Citroen)

WRC | Ogier per la prima volta affronta il Rally del Cile: “Mi ricorda…”

Il sesto appuntamento della stagione del Mondiale Rally, il terzo su sterrato dopo Messico e Argentina, porta la C3 WRC in Cile, Paese che ospita per la prima volta una prova del campionato iridato. Con Sébastien Ogier – Julien Ingrassia ed Esapekka Lappi – Janne Ferm, Citroën Total World Rally Team è pronto ad affrontare con successo questa nuova sfida.

Sébastien Ogier e Julien Ingrassia, sempre a loro agio quando si tratta di affrontare una prova per la prima volta, dopo solo due sessioni di ricognizione, in questa gara proveranno a conquistare il loro quinto podio della stagione, che va ad aggiungersi alle vittorie di Monte Carlo e del Messico, e ai podi di Corsica (2° posto) e di Argentina (3° posto). Anche se resta ancora qualche aspetto da perfezionare, i dieci migliori tempi siglati in queste due prove confermano la buona forma su sterrato. Il secondo posto nella classifica provvisoria del campionato permetterà loro di partire in seconda posizione il primo giorno. Grazie a questo, l’equipaggio dovrebbe riuscire ad acquisire riferimenti con asciutto, elemento molto vantaggioso in caso di pioggia successiva.

Dichiara Ogier: «Da quello che vedo dai video a disposizione, l’andamento delle speciali sembra abbastanza diverso da quello dell’Argentina. Le speciali sembrano rapide e questo mi ricorda vagamente la Gran Bretagna, con tutti questi tratti nel sottobosco. Spero che su questo tipo di terreno possiamo essere più performanti. Lo strato di ghiaia sottile presente in superficie potrebbe complicare la vita a quelli che partono per primi. Vedremo se le piogge degli ultimi giorni limiteranno gli effetti degli apripista.»

Esapekka Lappi e Janne Ferm hanno ancora bisogno di accumulare chilometri con la C3 WRC su questo fondo. Quindi è loro intenzione aumentare il ritmo fino al termine della prova, dopo aver mostrato progressivamente il loro innegabile potenziale. La coppia finlandese, tra gli equipaggi con meno esperienza nel campionato, per una volta non sarà penalizzata dalla scarsa conoscenza del terreno rispetto ai rivali, e l’ottavo posto in partenza di venerdì dovrebbe permettere loro di beneficiare, con condizioni meteorologiche favorevoli, di sentieri “spazzati” dai concorrenti precedenti, e di riprendere velocemente i punti di riferimento.

Commenta Lappi: “Dopo un inizio di stagione difficile, in Cile voglio ripartire con il piede giusto e ottenere un risultato soddisfacente riconquistando fiducia al volante tappa dopo tappa. Spero che il meteo ci sia favorevole venerdì, così da trarre vantaggio dall’ordine di partenza arretrato, su un fondo che migliora al passaggio delle auto, ed iniziare la nostra gara nelle condizioni ideali. Le crono sembrano divertenti e interessanti, con un buon fondo. O almeno lo erano quando sono stati girati i video messi a disposizione dall’organizzazione”.

La vicinanza di date tra Argentina e Cile non ha permesso lo svolgimento di test, peraltro vietati oltreatlantico. Citroën Total World Rally Team ha comunque preparato questa gara durante i quattro giorni di prove effettuate in Portogallo, prima dei due eventi. I terreni di Argentina e Cile sono leggermente diversi. Gli ingegneri di Satory hanno sfruttato tutte le informazioni disponibili per adattare la base delle regolazioni della C3 WRC e utilizzeranno lo shakedown per confermare le loro valutazioni.

Pierre Budar, Direttore di Citroën Racing, conclude: “Scoprire un nuovo Rally è sempre eccitante. Questo del Cile sembra offra delle belle piste, che daranno vita a una lotta ad armi pari, dal momento che tutti gli equipaggi partiranno con lo stesso livello di esperienza. Le ricognizioni saranno quindi fondamentali, così come la nostra abilità nell’adattare la base delle regolazioni. A tutto questo si aggiungerà il meteo, che potrebbe modificare lo scenario. Ma siamo determinati a mettere a disposizione dei nostri equipaggi la migliore C3 WRC possibile, per conquistare in Cile il nostro sesto podio consecutivo dell’anno”.