Kubica si lecca le ferite: “Non immaginavo un inizio così”

Robert Kubic (©Getty Images)

F1 | Kubica si lecca le ferite: “Non immaginavo un inizio così”

Doveva rientrare in pompa magna e dare vita ad una sorta di miracolo 4.0 ed invece finora Robert Kubica ha fallito. Costantemente in fondo al gruppo e molto lontano pure dal penultimo che di solito è il suo compagno di squadra alla Williams George Russell, il polacco ha confidato di essere rimasto scornato da questo disastro di cui è stato protagonista dal suo rientro in Australia al recente GP dell’Azerbaijan.

Il target che mi ero posto era di avere un inizio di stagione tranquillo. Era importante conservare quella mentalità positiva e cercare di migliorare l’auto. Sfortunatamente la situazione che si è presentata nei test del Montmelo è stata un po’ differente“, ha affermato affranto il 34enne. “E’ stato deludente. Barcellona doveva essere il momento più importante della mia carriera, l’unica chance per focalizzarmi su me stesso e la macchina ed invece ci ha complicato la vita“.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Insomma, se il driver di Cracovia era tornato nel Circus sognando la top 10, si è dovuto ricredere presto.

Sono stato costretto a rivedere i miei target” , ha ammesso. “Accettare cosa si stava presentando. In ogni caso non ho ripensamenti per aver firmato. Anche se può sembrare strano sono contento di essere di nuovo nel paddock. Sarà forse perché sono stato lontano per tanto tempo. Sono consapevole che stiamo faticando, che siamo lenti e che ci sono delle difficoltà, ma io comunque mi sto divertendo“.

Quando ormai sono andate in archivio quattro gare tutt’altro che esaltanti, il vincitore del GP del Canada 2008, continua a pensare di poter puntare in alto.

So da dove vengo e cos’ho fatto per correre di nuovo in F1. Non è stato semplice. Ma a volte bisogna prendere il positivo anche dalle fasi più critiche“, ha proseguito con una riflessione. “Nei prosieguo del campionato dovrò assicurarmi di fare progressi come pilota. In questi mesi ho imparato molto e ora dovrò cercare di fare performance più soddisfacenti“.

Chiara Rainis