Superbike, Bos: “Supporto ufficiale Yamaha a Ten Kate. Baz da podio”

Kervin Bos Superbike Ten Kate Racing Yamaha
Kervin Bos entusiasta del progetto Ten Kate-Yamaha in Superbike (foto WorldSBK.com)

Superbike 2019: Bros spiega i piani del team Ten Kate con Yamaha.

Il team Ten Kate Racing ha annunciato il proprio ritorno nel campionato mondiale Superbike tramite una nuova partnership con Yamaha. Dopo i tanti anni trascorsi con Honda, l’idillio è stato rotto dalla casa di Tokio nel novembre 2018 e la struttura olandese si è guardata attorno.

Nonostante l’impossibilità a iniziare da subito la stagione, Gerrit e Ronald Ten Kate si sono impegnati per trovare un accordo che consentisse alla squadra di rientrare comunque in SBK durante il 2019. Dopo le tante voci su un possibile sodalizio con Suzuki, è giunta la firma con la Yamaha per schierare una quinta R1 e affidarla a Loris Baz. Un pacchetto che si preannuncia competitivo.

Superbike, i progetti del team Ten Kate Yamaha: parla Kervin Bos

Kervin Bos, team manager di Ten Kate Racing, in un’intervista concessa a WorldSBK.com ha spiegato che ci sarà un supporto diretto da parte di Yamaha: «Saremo una squadra Yamaha col supporto ufficiale, questo significa che riceveremo lo stesso materiale e lo stesso tipo di sostegno riservato agli altri team Yamaha nel WorldSBK. Questo è interessante perché sappiamo che si tratta di un pacchetto forte e competitivo. Le Yamaha sono già andate a podio, siamo ansiosi di iniziare questa nuova stagione con lo stesso ritmo».

E in effetti la R1 in questo inizio di campionato mondiale Superbike 2019 si è dimostrata una buonissima moto. Alex Lowes ha conquistato quattro podi, Michael van der Mark due e Marco Melandri uno. Il potenziale per fare bene c’è, sia la squadra olandese che Loris Baz hanno la giusta dose di esperienza per riuscire a tirare fuori il meglio da questo pacchetto tecnico.

E a proposito di Baz, in casa Ten Kate Racing sono convinti di aver puntato sul pilota giusto. Bos ritiene che possa ottenere risultati importanti: «Abbiamo grandi aspettative su di lui e lui stesso si aspetta molto dalla nostra squadra. Conosciamo bene Loris e crediamo che possa diventare uno dei migliori piloti Yamaha di quest’anno. Il nostro sogno è quello di salire sul podio già da quest’anno. Sappiamo che è possibile col pacchetto che abbiamo».

Il 29 e 30 maggio ci sarà il primo test a Misano, poi il debutto ufficiale del team in gara avverrà nel weekend di Jerez a giugno. Durante la pausa estiva ci sarà poi un ulteriore test, prima di quello ufficiale di fine agosto a Portimao. C’è grande entusiasmo nell’ambiente, la voglia di fare bene non manca.

E Bos spiega anche quelli sono le strategie per il futuro di Ten Kate Racing assieme alla Yamaha: «Il nostro obiettivo è quello di poter schierare due moto nel WorldSBK nel 2020 però stiamo anche lavorando per inserire una struttura Junior come avevamo fatto in passato. Vogliamo tornare ad essere competitivi anche nel WorldSSP e nel WorldSSP300 il prossimo anno. Ma prima di questo, il nostro scopo sarà quello di tornare ad avere una squadra consistente nel WorldSBK con due piloti e poi considerare il nostro ritorno anche in altre categorie». Le idee sono abbastanza chiare.

 

Matteo Bellan