Scuola sospende ragazza: l’incredibile reazione della madre

Bambini scuola
(foto dal web)

La madre di una ragazzina di 17 anni si è recata in una scuola di Lodi dopo aver appreso la notizia della sospensione della figlia ed ha aggredito una docente.

Una scuola di Lodi aveva preso dei provvedimenti nei confronti di una ragazzina di 17 anni pluriripetente sospendendola per 15 giorni. Saputo quanto accaduto, la madre della 17enne si è recata presso l’istituto in questione ed ha aggredito la docente che l’aveva ricevuta colpendola con pugni ed alcuni oggetti. I fatti si sono verificati ieri mattina, giovedì 2 maggio, presso la sede distaccata della scuola professionale Einaudi di Lodi, dove sono intervenute due volanti della Polizia di Stato ed i sanitari del 118 che hanno soccorso e trasportato al Pronto soccorso della città l’insegnante. Ora la donna rischia una denuncia.

La scuola sospende la figlia, lei si reca presso l’istituto e aggredisce una docente

Nella mattinata di ieri una donna ha aggredito una docente di 63 anni presso la sede distaccata della scuola professionale Einaudi di Lodi. Secondo quanto scritto dalla redazione de Il Giorno, ad aggredire l’insegnante sarebbe stata la madre di un’alunna 17enne dell’istituto che era stata sospesa per l’ennesima volta. La donna, giunta a scuola per chiedere spiegazioni sull’ennesimo provvedimento nei confronti della figlia, si è scagliata contro la docente che l’aveva ricevuta colpendola con pugni ed altri oggetti. Sul posto sono immediatamente arrivate due volanti della Polizia ed i sanitari del 118 che hanno soccorso la 63enne, trasportata al Pronto soccorso e subito dimessa con una prognosi di pochi giorni. All’arrivo delle forze dell’ordine, racconta Il Giorno, la madre della 17enne era già andata via, ma gli agenti della Polizia l’hanno rintracciata e fermata poco dopo. La Polizia adesso dovrà ricostruire la dinamica dei fatti e capire se per procedere servirà una querela di parte o si agirà d’ufficio. Sul caso è intervenuto il vice premier e Ministro dell’Interno Matteo Salvini che sulla propria pagina Facebook ha scritto: “Arresto immediato per questa ‘madre’ violenta, massima solidarietà agli insegnanti che devono subire l’imbecillità di qualche alunno e, purtroppo, anche di qualche genitore“.

Leggi anche —> Attimi di terrore in mattinata: betoniera travolge auto e passanti, diversi feriti

Arresto immediato per questa “madre” violenta, massima solidarietà agli insegnanti che devono subire l’imbecillità di qualche alunno e, purtroppo, anche di qualche genitore.

Pubblicato da Matteo Salvini su Venerdì 3 maggio 2019