Moto3 GP Spagna: il team Sky VR46 inizia con il piede giusto

Dennis Foggia in pista nel GP di Spagna di Moto3 (Foto Sky VR46)
Dennis Foggia in pista nel GP di Spagna di Moto3 (Foto Sky VR46)

Moto3 | GP Spagna: il team Sky VR46 inizia con il piede giusto

Sensazioni davvero positive per i giovani piloti dello Sky Racing Team VR46 al termine della prima giornata di lavoro a Jerez de la Frontera. Sul circuito andaluso, che ospita la prima tappa europea della stagione 2019, Dennis Foggia e Celestino Vietti Ramus non tardano a prendere confidenza con le loro KTM e firmano rispettivamente il decimo e tredicesimo tempo nella combinata dei tempi.

Quinto in FP1 con il crono di 1’47.321, Dennis non riesce a migliorare nel pomeriggio, ma conquista comunque il momentaneo accesso diretto alla Q2. “Stamattina siamo andati subito forte e, in Fp2, abbiamo fatto qualche cambiamento sulla moto per affrontare meglio il cambio della temperatura”, racconta Foggia. “Purtroppo la modifica non ci ha dato i risultati sperati e faremo un piccolo passo indietro per la Fp3 di domani. Continueremo a lavorare: l’obiettivo è centrare direttamente la Q2”.

Sensibile step cronometrico invece per Celestino che infrange il muro dell’1’48 grazie ad un buon 1’47.439. “Sono abbastanza contento del feeling con la moto, mi dispiace solo per la scivolata proprio alla fine del turno perché stavo andando veloce”, spiega Vietti Ramus. “Abbiamo fatto un buon lavoro e continueremo così anche per la qualifica. Rispetto alle altre gare, vogliamo fare uno step sulla posizione in griglia”.

Conclude il team manager Pablo Nieto: “Primo turno della prima gara in Europa nel complesso positivo: Dennis è partito forte stamattina, ma ha fatto un po’ più fatica nel pomeriggio con l’innalzarsi della temperatura. Ha fatto un bel lavoro sul passo e domani può fare bene. Via con il piede giusto per Celestino anche lui concentrato sul ritmo di gara. Peccato per la piccola scivolata alla 12, uno dei punti più veloci della pista. In FP3 si decideranno molte cose e dobbiamo essere pronti”.