Moto2 Jerez, Bulega rientra dall’infortunio: “Riprendo dove avevo lasciato”

Nicolò Bulega (Foto Sky VR46)
Nicolò Bulega (Foto Sky VR46)

Moto2 | Jerez, Bulega rientra dall’infortunio: “Riprendo dove avevo lasciato”

Prima giornata di lavoro condizionata da forti raffiche di vento, ma nel complesso positiva, per i giovani piloti dello Sky Racing Team VR46 a Jerez de la Frontera. Luca Marini ha chiuso al nono posto complessivo e Nicolò Bulega, al rientro alle competizioni dopo l’intervento chirurgico, al quindicesimo. “Una prima sessione nel complesso buona contro un turno, quello del pomeriggio, decisamente condizionato dal forte vento che ha complicato più del previsto le cose per entrambi i nostri piloti”, commenta il team manager Pablo Nieto. “Considerato che al mattino le condizioni sono più favorevoli, sarà una FP3 importantissima per tutti”.

Partito dallo stesso setup di Austin e in pista per oltre venti giri nel corso della FP1, Luca ha tenuto il ritmo dei più forti con un miglior tempo sul giro di 1’42.215 e un ritardo di meno di 4 decimi dalla pole provvisoria (Navarro, 1’41.819 ndr). “Siamo ripartiti dal set up di Austin per continuare a lavorare nella stessa direzione, ma forse anche per il forte vento in FP2, abbiamo avuto qualche problema in più di quanto ci potessimo aspettare”, spiega Marini. “Domani faremo un passo indietro e torneremo alla messa a punto dei test dove siamo riusciti ad essere davvero veloci e competitivi. Ci aspetta molto lavoro stasera e in FP3 per riuscire a centrare un buon risultato in qualifica”.

Buon Day1 anche per Nicolò che dopo un mese di stop è tornato in sella alla sua Kalex. Sensazioni positive e un crono di 1’42.416 che valgono il 15esimo posto ad un soffio dall’accesso diretto alla Q2. Sono contento di essere tornato in sella alla moto e di aver ritrovato lo stesso feeling di un mese fa. Oggi nel complesso è stata una buona giornata, mi sentivo bene e abbiamo fatto un buon lavoro. Adesso rimaniamo concentrati per riuscire a fare un altro step in avanti per la qualifica. Continuiamo cosi.