Mercedes-Benz non si ferma: nuovi modelli in arrivo

(Image by Motor1)

Con l’evolversi del futuro dell’industria automobilistica, i veicoli elettrici ne saranno una parte importante.

La crescita dei veicoli elettrici nel prossimo decennio dovrebbe essere enorme, e anche se è improbabile che l’energia elettrica sostituirà completamente i motori a combustione interna nell’immediato, il cambiamento di paradigma porterà a modelli completamente nuovi e nuovi metodi di produzione. Mercedes-Benz ne è consapevole, e mentre la casa madre della casa automobilistica Daimler AG si prepara ad accogliere il suo nuovo CEO Ola Källenius, un delicato equilibrio tra il taglio dei costi e l’espansione di EV è già nella sua visione.

(Image by Motor1)

Automotive News Europe‘ riferisce che il nuovo boss ha parlato a lungo di queste cose durante una tavola rotonda mediatica all’Autosalone di Shanghai all’inizio di aprile. Tra le altre cose, Källenius sta cercando di trovare 6,75 miliardi di dollari di risparmio entro il 2021, che può sembrare un futuro lontano, ma in realtà è tra meno di due anni. Non c’è un piano specifico in atto fino ad ora, tranne che concentrarsi sulla riduzione dei costi e aumentare l’efficienza negli stabilimenti di produzione Mercedes.

(Image by Motor1)

Una cosa che l’azienda non sembra voler fare, tuttavia, è ridurre il suo vasto portafoglio di modelli. Infatti, secondo il rapporto, il numero di modelli Mercedes dovrebbe effettivamente aumentare man mano che la linea di equalizzazione completamente elettrica si espande. Ci sono già più di 40 modelli e sottomodelli Mercedes, ma Källenius sembra credere che un’ampia condivisione di architetture e componenti permetterà alla casa automobilistica di offrire agli acquirenti più scelte mantenendo bassi i costi. In teoria, la varietà può aiutare a guidare le vendite di prodotti freschi in luoghi come l’Europa o l’America, dove il mercato è piatto. E naturalmente c’è l’Asia, un mercato in espansione in cui Mercedes spera di espandersi ulteriormente.

(Image by Motor1)

E’ vero che si tratta di un piano molto generale, ma sembra basarsi su alcune variabili piuttosto importanti. L’elettrificazione è ancora piuttosto costosa – una cosa è semplicemente inserire un motore elettrico e una batteria in un veicolo originariamente progettato per trasportare tutti i fluidi e i componenti per bruciare carburante, ma ottenere il massimo dall’energia elettrica significa nuovi design, nuove tecnologie e nuovi processi specifici per i veicoli elettrici. Questi costi di produzione dovrebbero diminuire man mano che lo sviluppo elettrico progredisce, ma il risparmio di tempo e i tempi esatti sono difficili da definire. Secondo il rapporto, Källenius dice che ci vorranno molti anni, e nessuno sa davvero quanto più bassi saranno i costi.