Fernando Alonso: “Non è vero che la F1 è il top”

Fernando Alonso (©Getty Images)

F1|  Fernando Alonso: “Non è vero che il Circus è il top”

Nei prossimi mesi sarà impegnato in America per prendere parte alla 500 Miglia di Indianapolis e possibilmente vincerla, mentre a giugno lo vedremo schierato dalla Toyota alla 24 Ore di Le Mans già conquistato lo scorso anno. Mentre ancora si fa un gran discutere di quale sarà il suo futuro, lui Fernando Alonso dispensa qualche frecciatina alla sua vecchia disciplina.

Sembra che quando si arriva in F1 si sia obbligati a rimanerci per via del suo grande ego. Il meglio è lì e guidare qualsiasi altra vettura sarebbe fare un passo indietro. Questa è una mentalità che si ritrova anche tra gli ingegneri o perfino tra i giornalisti. Sono convinti di essere arrivati al top, ma io non sono mai stato d’accordo“, ha argomentato. “Avendo avuto l’opportunità di correre altrove ho potuto verificare che ci sono in giro ottimi piloti, squadre eccellenti e tecnici molto professionali“.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Quindi motivando meglio la sua affermazione il Samurai, che tuttavia non ha nascosto di aver pensato ad un comeback altisonante nella categoria appena lasciata già dal prossimo anno, ha spiegato: “Personalmente mi sono divertito molto a testare differenti tipi di vettura e constatare come si comportano. La massima serie implica il 100% di impegno, e anche i giovani che appartengono alle accademie e hanno cominciato da piccolini a pilotare soltanto delle monoposto passano lungo tempo sul simulatore con un obiettivo unico che è proprio quello di approdare nel Circus. A mio avviso questo è un vero peccato“.

A noi in realtà piace l’automobilismo nel suo complesso e vorremmo guidare tutti i tipi di macchina“, ha concluso dimenticando di aver investito pure lui tutte le energie per arrivare nella categoria più blasonata e ambita delle quattro ruote, che di fatto gli ha garantito di diventare un personaggio.

Chiara Rainis