Il diabolico piano di una madre: vittima il figlio di 5 anni

Carabinieri
Carabinieri (foto dal web)

I carabinieri hanno arrestato una donna padovana che avrebbe somministrato al figlio di 5 anni una dose di benzodiazepine con l’intento di ucciderlo e poi suicidarsi. Il bambino è stato ricoverato in ospedale e non sarebbe in pericolo di vita.

Una donna padovana è stata intercettata e arrestata dai Carabinieri. Secondo la ricostruzione degli inquirenti, la donna avrebbe imbottito il figlio di 5 anni con benzodiazepine, categoria di farmaci ipnotico-sedativi, con l’intento di ucciderlo ed infine suicidarsi. I militari dell’Arma, dopo aver ricevuto una segnalazione dai familiari, come racconta la redazione di Today, sono riusciti fortunatamente a bloccare il piano della madre. I fatti si sarebbero svolti nella notte tra il 29 e 30 aprile scorsi, ma la vicenda è stata resa nota solo successivamente dall’Arma. La donna è stata portata in una struttura psichiatrica e successivamente in carcere con l’accusa di tentato omicidio aggravato.

Imbottisce il figlio benzodiazepine con l’intento di ucciderlo e suicidarsi: in manette una madre

Voleva uccidere il figlio di 5 anni e poi farla finita. Questo il diabolico piano di una madre che aveva somministrato al proprio figlio una dose di benzodiazepine con l’intento di ucciderlo e poi suicidarsi. La donna padovana, secondo quanto costruito dai Carabinieri, la notte tra il 29 ed il 30 aprile scorso aveva inviato dei messaggi ai parenti manifestando la sua volontà e affermando di essere alla guida della sua automobile. I familiari hanno, dunque, subito allertato i militari dell’Arma, i quali si sono messi immediatamente alla ricerca del veicolo e della madre. Una volta intercettata tra via Gozzi e via Trieste a Padova, secondo quanto raccontato da Today, la donna, è stata arrestata in flagranza di reato. Sul posto sono giunti anche i sanitari del Suem 118 che hanno trasferito il piccolo, ritrovato immobile sul sedile avvolto da una coperta, in ospedale, dove sarebbe stata diagnosticata una intossicazione da benzodiazepine e dove si troverebbe tuttora ricoverato non in pericolo di vita. La madre è stata prima ricoverata in una struttura psichiatrica e dopo essere stata dimessa trasferita in carcere con l’accusa di tentato omicidio aggravato.

Leggi anche —> Erika uccisa davanti alla figlia, la descrizione di attimi terribili