Serena Rutelli: dopo la madre naturale, Barbara Palombelli svela chi è il vero padre

serena rutelli

Serena Rutelli, concorrente del Grande Fratello 2019, rifiuta di vedere la madre naturale mentre Barbara Palombelli svela chi è il vero padre.

Serena Rutelli, figlia adottiva di Francesco Rutelli e Barbara Palombelli, concorrente del Grande Fratello 2019, nel corso dell’utima puntata del reality show condotto da Barbara D’Urso, ha rifiutato d’incontrare la mamma naturale mentre Barbara Palombelli, dopo quel momento, ha svelato anche chi è il vero padre.

Serena Rutelli: ecco chi è il vero padre

La madre naturale di Serena Rutelli ha inviato una lettera alla figlia che, però, dopo averla letta ha rifiutato di vederla. “Ciao, sono la vostra mamma, mi chiamo Maria, io non vi ho mai abbandonato. Sono state le circostanze nella mia vita a fare certe scelte per non farvi vivere nella miseria come vivo io. Sono una clochard, quindi non ho voluto questo per voi. Però vi ho sempre nel mio cuore. Non vi chiedo nulla, non voglio nulla, l’unica cosa che chiedo è rivedervi, sempre se voi lo desiderate. Tramite la signora Antonella con il suo aiuto ho preso il coraggio di scrivervi e di potervi riabbracciare. Vi voglio bene. La vostra mamma”, ha scritto la mamma naturale.

Barbara Paombelli, la donna che è stata definita da Serena come sua madre che l’ha cresciuta e le ha dato amore, ha parlato dell’adozione di Serena e della sorella Monica nella sua biografia. “Non voglio pensare alla burocrazia, voglio portarle al luna park, è un loro desiderio. Già salire sulla mia macchina sembra una festa. Le loro risposte sono commoventi e agghiaccianti allo stesso tempo: hanno dieci e sette anni, ma non hanno mai festeggiato un compleanno, mai un Natale in famiglia, mai visto il mare, mai un film, mai un ascensore, mai uscite con il buio, mai frequentato un fast food, mai fatto uno sport. Al luna park Monica era scoppiata in un pianto disperato solo perché la sorella si era separata da lei per salire sul trenino del lago” – ha scritto nella biografia la conduttrice di Forum.

“La storia va tenuta segreta, segretissima. Il padre biologico, un uomo violento e pericoloso, allora girava ancora per la città. Potremmo incontrarlo, lui o uno dei suoi amici malavitosi, le ragazze ne hanno il terrore. Non devono uscire foto sui giornali, nessuno deve sapere. Il tribunale, che aveva più volte messo sotto processo il padre biologico per violenze fisiche e altri reati, condannandolo a sei anni in via definitiva, non faceva decadere la patria potestà nonostante gli ormai tre anni di distacco dalle piccole. Senza la dichiarazione dello stato d’abbandono, nessun minore può diventare adottabile. E lui, che non era in carcere (…) continuava a vagabondare. Le ultime parole che aveva pronunciato all’indirizzo delle suore e che le bambine avevano sentito benissimo erano state gridate: “Un giorno tornerò e vi ucciderò tutte”.